Differenze tra le versioni di "Massimo D'Alema"

*Essere stato [[P2|piduista]] vuol dire aver partecipato a un'organizzazione, a una setta segreta, che tramava contro lo Stato, e questo è sancito dal Parlamento. E condivido quest'opinione che si è formata dopo l'inchiesta della Commissione Anselmi.<ref>Dall'intervista a ''Radio anch'io'', 7 marzo 2000; citato in Mario Guarino e Fedora Raugei ''Gli anni del disonore: dal 1965 il potere occulto di Licio Gelli e della Loggia P2 tra affari, scandali e stragi'', Edizioni Dedalo, 2006, [https://books.google.it/books?id=-drX79JnUwAC&pg=PA227 p. 227]. ISBN 8822053605</ref>
*Trovo sinceramente di pessimo gusto aver fatto quest'incontro a [[Teano]]. L'idea di trasformare una pagina di storia patria in una messa in scena con [[Roberto Maroni|Maroni]] al posto di [[Giuseppe Garibaldi|Garibaldi]] o di [[Vittorio Emanuele II di Savoia|Vittorio Emanuele]] è un'offesa al nostro Paese.<ref>Citato in Enzo D'Errico, ''[http://web.archive.org/web/20151101071324/http://archiviostorico.corriere.it/2000/aprile/12/Polo_Lega_Teano_patto_per_co_0_0004123979.shtml Polo-Lega, a Teano un «patto» per il Sud]'', ''Corriere della Sera'', 12 aprile 2000, p. 7.</ref>
*[[Alessandro Natta]] ha rappresentato per me tutta una parte della mia vita.<ref>Citato in ''[http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2001/05/25/LA406.html L'addio a Natta tra rose rosse e pugni chiusi D'Alema: «Ha rappresentato una parte della mia vita»]'' ''IlTirreno.it'', 25 maggio 2001</ref>
*Questo autolesionismo è la conferma di ciò che penso da anni. La sinistra di per sé è un male. Soltanto l'esistenza della destra rende questo male sopportabile.<ref>Dall'intervista ''"Dall'Iraq alla fecondazione, dalla Gasparri alla Finanziaria, il Cavaliere ha fallito. E dopo le europee..."'', ''L'espresso'', 19 dicembre 2003; riportata in ''[http://web.archive.org/web/20071107074059/http://www.massimodalema.it/interventi/documenti/dett_partito.asp?id_doc=441 Berlusconi se ne vada]'' , ''MassimoDAlema.it''.</ref>
*[...] io giro l'[[Italia]] e il tema drammatico che vedo emergere è la profonda sofferenza e la grande inquietudine della gente. Il Paese è pervaso da una passione triste. L'unico che si è dipinto un sorriso in faccia è il Cavaliere, ma lui com'è noto vive in un'altra dimensione che non ha niente a che vedere con la realtà.<ref>Dall'intervista di Massimo Giannini, ''la Repubblica''; riportata in ''[http://web.archive.org/web/20060605081141/http://www.massimodalema.it/documenti/documenti/dett_dalema.asp?id_doc=1253 D'Alema: "Conflitto d'interessi faremo la nuova legge"]'', ''MassimoDAlema.it'', 1° aprile 2006.</ref>
6 864

contributi