Differenze tra le versioni di "George Gershwin"

→‎Citazioni su George Gershwin: sconclusionata, v. http://archivio.corriere.it/Archivio/pro/view.shtml#!/MTovZXMvaXQvcmNzZGF0aW1ldGhvZGUxL0AxNTgxNDM%3D
m (Bot: removing existed iw links in Wikidata)
(→‎Citazioni su George Gershwin: sconclusionata, v. http://archivio.corriere.it/Archivio/pro/view.shtml#!/MTovZXMvaXQvcmNzZGF0aW1ldGhvZGUxL0AxNTgxNDM%3D)
==Citazioni su George Gershwin==
*[[Arturo Toscanini]] incise la musica di Gershwin non per stima all'autore, per disprezzo agli altri compositori, giusta moto psichico a Lui consueto. ([[Paolo Isotta]])
*Che non ci pensa proprio a dargli lezioni di composizione perché non vuole fargli perdere la sua spontaneità melodica. ([[Maurice Ravel]])
*Ciò che normalmente viene usato come argomento forte per contestare a Gershwin una dignità di compositore "serio" e per confinare i suoi lavori strumentali – e quelli orchestrali in particolare – nel limbo delle occasioni mancate, è l'assenza di sviluppo. ([[Gianfranco Vinay]])
*Con un piede a Broadway e l'altro alla Carnegie Hall, Gershwin si presentava a un tempo come il compositore modernista che trae ispirazione esotica dal folclore urbano, e però anche come menestrello, il portavoce, l'interprete di quella stessa realtà da cui traeva ispirazione: come la sintesi di quei due mondi e, come tale, un fenomeno unico nel suo genere. ([[Gianfranco Vinay]])
*La [[musica]] del diavolo, quella dissacrante e disperata di [[Robert Johnson]] cantante di blues, figlio del Mississippi, e quella della spensieratezza, dell'eleganza di George Gershwin, figlio invece della borghesia della [[New York]] dei primi decenni del secolo. ([[Vittorio Franchini]])
*Mi sembra che Gershwin sia stato indubbiamente un innovatore. Ciò che ha creato con il ritmo, con l'armonia e la melodia non è esclusivamente un fatto stilistico. ([[Arnold Schönberg]])
 
==Note==
<references />