Differenze tra le versioni di "Euripide"

170 byte aggiunti ,  2 anni fa
Spostato "Ifigenia in Aulide", +1
m (→‎Medea: elimino collegamento web non valido)
(Spostato "Ifigenia in Aulide", +1)
*Il tempo è breve; chi insegue l'immenso perde l'attimo presente.
*Parla da saggio ad un ignorante ed egli dirà che hai poco senno.
 
===''Ifigenia in Aulide''===
===[[Incipit]]===
<poem>AGAMENNONE: O vecchio, vien qui, presso questo
padiglione.
VECCHIO: Son qui. Che novelli
pensieri, Agamènnone, volgi?
AGAMENNONE: T'affretti?
VECCHIO: M'affretto. è la mia
tarda età molto insonne, e ben lieve
sui cigli mi pesa.
AGAMENNONE: Che stella
è quella che in cielo veleggia?
VECCHIO: è Sirio, che, presso alla Plèiade
settemplice, in mezzo alla volta
del cielo, s'affretta.
AGAMENNONE: Non s'ode né voce d'uccello
né d'onde sciacquío. Su l'Eurípo
i venti son muti.</poem>
{{NDR|Euripide, ''Ifigenia in Aulide'', traduzione di Ettore Romagnoli, http://www.biblio-net.com/lett_cla/testi/ifigenia_in_aulide.htm}}
 
===Citazioni===
*Proprio il tuo silenzio dimostra che sei d'accordo. (1142)
:''Αυτό δε τό σιγάν ομολογούντος εστί σου''.
 
==''Oreste''==
e da Làbdaco Laio.</poem>
{{NDR|Euripide, ''Fenicie'', traduzione di Ettore Romagnoli, http://www.biblio-net.com/lett_cla/testi/fenicie.htm}}
 
===''Ifigenia in Aulide''===
<poem>AGAMENNONE: O vecchio, vien qui, presso questo
padiglione.
VECCHIO: Son qui. Che novelli
pensieri, Agamènnone, volgi?
AGAMENNONE: T'affretti?
VECCHIO: M'affretto. è la mia
tarda età molto insonne, e ben lieve
sui cigli mi pesa.
AGAMENNONE: Che stella
è quella che in cielo veleggia?
VECCHIO: è Sirio, che, presso alla Plèiade
settemplice, in mezzo alla volta
del cielo, s'affretta.
AGAMENNONE: Non s'ode né voce d'uccello
né d'onde sciacquío. Su l'Eurípo
i venti son muti.</poem>
{{NDR|Euripide, ''Ifigenia in Aulide'', traduzione di Ettore Romagnoli, http://www.biblio-net.com/lett_cla/testi/ifigenia_in_aulide.htm}}
 
===''Ifigenia in Tauride''===
26 336

contributi