Differenze tra le versioni di "Figlio"

76 byte aggiunti ,  2 anni fa
m
sistemo wikilink
(+1)
m (sistemo wikilink)
*Come è facile per la femmina del cane tirar su bene la sua prole, com'è difficile per noi umani fare altrettanto. ([[Danilo Mainardi]])
*Degli umani contratti altri s'incidono in tavole, ed altri in colonne, ma il [[matrimonio|coniugale contratto]] si sanziona ne' figli. ([[Pitagora]])
*E figlie so' lacrime e sango, lo sapete. (''[[Gomorra - La serie (seconda stagione)|Gomorra - La serie]]'')
*I figli aiutano a rimandare l'angoscioso dovere di affrontare sé stessi, compito a cui in seguito provvedono i nipoti. ([[Muriel Barbery]])
*I figli! Dieci secondi di gioia, trent'anni di sofferenza. (''[[True Lies]]'')
*Le immagini di quei poveri orfanelli mi giovarono molto. Non saprei perché. Forse perché in Italia i figli... be', i figli sono sempre figli. (''[[Divorzio all'italiana]]'')
*Noi [[Stati Uniti d'America|americani]] [...] tiriamo su i figli guardandoli dallo specchietto retrovisore della macchina. ([[Diane Lane]])
*Patemo diceva sempe ca 'e figlie criature teneno bisogno 'e latte, mentre 'e figlie guagliune teneno bisogno 'e fiducia. (''[[Gomorra - La serie (seconda stagione)|Gomorra - La serie]]'')
*Pensare "prima" ai figli è irreale, non si sa cosa sia un figlio. Un figliolo è la nostra privata conferma del grande mistero della vita. Si osservano queste creature venute dal cosmo per causa tua, per volontà tua e vi riconosci una parte di infinito, di trascendente, che ti appartiene anche fisicamente, in forma tangibile. Posso toccare una creatura che è a metà, a mezzadria tra me e Dominedddio. Cosa meravigliosa, divina, la paternità. Quei sederini, quelle coscine, quei pelini, quegli occhini sono venuti da lontano per me. Non è sciocco né banale chiamarli un dono: sono veramente qualcosa che ti è stato donato dall'eternità, ma sono anche proprietà privata. Che visione antiquata è mai questa in tempi di collettivi! ([[Michele Valori]])
*Se date dei beni a i vostri figli, ma senza disciplina, è peggio che se li uccideste. ([[Jacques Fesch]])