Differenze tra le versioni di "Ahmed Sékou Touré"

m
nessun oggetto della modifica
m
 
==Citazioni di Ahmed Sékou Touré==
*Noi siamo favorevoli alla ''Communauté'' franco-africaine. [...] La nostra idea non è quella di separarci dalla Francia, ma è segno dell'amore che nutriamo verso la Francia. (febbraio 1958, sette mesi prima di dichiarare l'indipendenza della Guinea)<ref name="pinol">Citato in [[Albert Sánchez Piñol]], ''Pagliacci e mostri'' (''Pallassos i monstres''), traduzione di Patrizio Rigobon, Scheiwiller, 2009.</ref>
*Il sentimentalismo è il veleno della Rivoluzione.<ref name="pinol"/>
*La mia parola non è una montagna.<ref name="pinol"/>
*Sékou Touré non era il tipico dittatore della mani bucate; il suo stile di vita era semmai ascetico: fumava le sigarette più economiche, risparmiava fino all'ultimo centesimo sulle spese presidenziali e la sua fortuna personale era modesta.
*Sékou Touré vantava, tra i dirigenti africani, una formazione politica tra le più solide. In qualità di ex membro del sindacata comunista francese, conosceva abbastanza bene il marxismo che aveva approfondito anche nel corso dei suoi viaggi in Polonia, Jugoslavia e Cecoslovacchia. Grazie all'uso della terminologia marxista, Sékou riuscì a ottenere l'incondizionato appoggio della sinistra nei paesi occidentali. Ma Sékou non aveva accettato il marxismo, aveva bensì concepito una sua personale via: la ''comunocrazia'', che veniva definita come «la pratica della democrazia formale che regge e governa la vita del villaggio». In realtà, l'unica cosa che apprezzava nel comunismo era il primato del partito nel pensiero leninista.
*Touré era riuscito a sonfiggeresconfiggere il generale che nemmeno Hitler aveva piegato.
 
==Note==
<references />
 
==Altri progetti==