Coraggio e paura: differenze tra le versioni

+
(+1)
(+)
*Sapete che cos'è il coraggio? [...] È l'effetto di una grandissima paura. [...] Paradosso finché vi piacerà, ma non perciò meno vero. È perché si ha una grandissima paura di morire che ci si lascia tagliare coraggiosamente una gamba. ([[Ferdinando Galiani]])
*Senza paura non c'è coraggio. (''[[Eragon]]'')
*Siamo tutti paurosi. Il coraggio è una cosa inesistente. C'è solo la paura: paura di farsi male, paura di morire. Perciò gli esseri umani vivono. (''[[La fuga (film 1947)|La fuga]]'')
*Una forma molto insidiosa di paura è quella che si maschera come buon senso o addirittura saggezza, condannando come sciocchi, inconsulti, insignificanti o velleitari i piccoli atti di coraggio quotidiani che contribuiscono a salvaguardare la stima per se stessi e la dignità umana. Non è facile per un popolo condizionato dai timori, soggetto alla regola ferrea che la ragione è del più forte, liberarsi dai debilitanti miasmi della paura. Eppure, anche sotto la minaccia della macchina statale più schiacciante, il coraggio continua a risorgere, poiché la paura non è lo stato naturale dell'uomo civile. ([[Aung San Suu Kyi]])
*Vedete questi coraggiosi che vanno all'assalto, come corrono? Che audacia? Non v'ingannate; non andrebbero così veloci se non avessero un po' paura. Così corre incontro al pericolo chi non oserebbe attenderlo. ([[Pierre-Marc-Gaston de Lévis]])
14 716

contributi