Differenze tra le versioni di "Mary Wortley Montagu"

+Lettere, fix vari
m (Bot: removing existed iw links in Wikidata)
(+Lettere, fix vari)
 
==Citazioni di Mary Wortley Montagu==
*{{NDR|Su [[Alexander Pope]]}} Aveva tutto il fuoco della giovinezza, e tutta la forza dell'età matura. (da<ref>Da ''Poema''; citato in Alexander Pope, ''Eloisa ad Abelardo'', a cura di Vincenzo Forlani, presso Giuseppe Rocchi, Lucca, 1792, [http://archive.org/stream/eloisaadabelardo00popeuoft#page/8/mode/2up p. 8])</ref>
 
==''Lettere orientali di una signora inglese''==
*[[Genova]] sorge in un bellissimo golfo sulle pendici di una collina e, abbellita com'è da una splendida architettura e da giardini, offre dal mare una vista superba [...] (p. 237)
*I Genovesi una volta erano padroni di varie isole dell'arcipelago ed anche di quella parte di Costantinopoli chiamata Galata. Per aver tradito la causa cristiana facilitando la caduta di Costantinopoli nelle mani dei Turchi, si meritano ciò che è capitato loro in seguito, la perdita di tutte le loro conquiste in quelle regioni a favore degli Infedeli. (p. 237)
*Le signore {{NDR|genovesi}} affettano modi francesi e hanno più grazie di quelle che imitano. (p. 238)
*Questo mi fa venire in mente i [[Palazzi dei Rolli|palazzi]] di qui che non riuscirò mai a descrivere in modo adeguato. Ma non è abbastanza se dico che sono stati quasi tutti disegnati dal Palladio? La strada chiamata [[Via Garibaldi (Genova)|Strada Nova]] è un'infilata di edifici che sono forse tra i più belli del mondo. In particolare ti faccio il nome dell'imponente palazzo dei Durazzo, di quelli dei due Balbi, collegati da un colonnato stupendo, di quello degli Imperiali a San Pier d'Arena e di un altro palazzo dei Doria. In questa città è possibile vedere un'architettura perfetta e la più incredibile profusione di mobili preziosi, disposti con gusto, eleganza e sontuosa magnificenza, ma quello che mi avvince più di tutto è la collezione di quadri usciti dal pennello di Raffaello, Paolo Veronese, Tiziano, i Carracci, Michelangelo, Guido e Correggio. (p. 239-240)
*La [[Basilica della Santissima Annunziata del Vastato|chiesa dell'Annunziata]] è squisitamente ricoperta di marmo con le colonne di marmo bianco e rosso [...] (p. 240)
*{{NDR|Su [[Villa Imperiale (Genova)|Villa Imperiale]]}} [...] un palazzo costruito da Palladio, così ben disegnato e di proporzioni così armoniose che era un piacere aggirarvisi. (p. 240)
 
==[[Incipit]] di ''Poesie''==
 
==Bibliografia==
*Mary Wortley Montagu, ''Lettere orientali di una signora inglese'', traduzione di Luciana Stefani, il Saggiatore, Milano, 1984
*Mary Wortley Montagu, ''[[s:Poesie (Mary Wortley Montagu)|Poesie]]'', traduzione di Antonio Conti, in "Versioni poetiche", a cura di Giovanna Gronda, Bari, Gius. Laterza & Figli, 1966.
 
==Altri progetti==
{{interprogetto}}
{{interprogetto|w|s=Autore:Mary Wortley Montagu|commons=Category:Lady Mary Wortley Montagu}}
 
{{DEFAULTSORT:Montagu, Mary Wortley}}