Differenze tra le versioni di "I soliti ignoti"

nessun oggetto della modifica
*{{NDR|Al brigadiere venuto a fare l'ispezione}} Buongiorno brigadiere, come vede, si lavicchia! ('''Dante Cruciani''')
*La prudenza non è mai troppo, ricordate: la ''prudenzia'' non è mai troppo! ('''Dante Cruciani''')
*[[Furto|Rubare]] è un mestiere impegnativo, ci vuole gente seria, mica come voi! Voi, al massimo..., potete andare a lavorare! ('''Tiberio''' ai complici, dopo il fallimento del colpo)
*[[Donna|Femmina]] piccante, pigghiala per amante; femmina cuciniera, pigghiala per mugliera! ('''Ferribotte''')
*Ragassuoli, ho paura che abbiamo rotto la cannella del gas. ('''Capannelle''' mentre riscalda degli involtini dopo il colpo fallito)
*Senti, dà retta a me: la capoccia mettila a riposo che è meglio. Tu sei forte, gagliardo: pala e piccone, quello è il genere tuo. ('''Tiberio''')
*Ma guarda dove son capitato, fra i lavoratori! ('''Capannelle''')
*Peppe, ma dove vai... dove vai? Peppe, ma ti fanno lavorare, sai! ('''Capannelle''' [<small>'''a Peppe, coinvolto per caso in un reclutamento di manovali''']</small>
*{{NDR|mentre si introducono nella cantina dalla carbonaia}} '''Peppe''': Lasciati cadere... vai bene, su un mucchio di carbone. Sei arrivato sul carbone?<br />'''Ferribotte''': Ma quale carbone... funtana jè!
 
*{{NDR|mentre stanno facendo il buco per arrivare alla cassaforte}}<br /> '''Tiberio''': Io... io non sono mica uno di quelli che... che quando c'hanno i soldi spendono e spandono... e poi si ritrovano con una mano davanti e una di dietro. Una casetta di 4 vani, e un libretto in banca vincolato al ragazzino. Così si ricorda i sacrifici che ha fatto papà suo.<br /> '''Capannelle''': Io sai che faccio? Mi faccio una bella amante, vè! Le do venticinquemila lire al mese. Magari trenta, guarda,. maMa con il vitto a carico suo.<br /> {{NDR|il muro è sempre più sul punto di rompersi}}<br /> '''Tiberio''': Daje, daje, daje che cede! Forza.<br /> '''Peppe''': Ah Capannè, invece di parlare dell'amanti, vamme a pijà un bicchier d'acqua ché c... c... c'ho sete.<br /> {{NDR|Capannelle esce dalla stanza diretto in cucina. La musica si fa sempre più incalzante finché il muro non si sfonda: dall'altra parte del buco, Capannelle si volta ed osserva i compagni increduli meravigliato, col bicchiere d'acqua in mano.}}<br /> '''Capannelle''': Ma cosa fate lì?<br /> '''Tiberio''': Ma che fai tu lì!<br /> '''Capannelle''': Mamma mia!
 
*{{NDR|mentre discutono del colpo fallito, assaggiando la pasta e ceci trovata da Capannelle in cucina}}<br /> '''Tiberio''': Lo sai che non è male! Bona!<br />'''Peppe''': E grazie! L'ha fatta Nicoletta!<br />'''Tiberio''': Oddio! A voler essere proprio... Una goccia d'olio in più ci vorrebbe, eh!<br />'''Peppe''': Uh uh! A me non me pare, spassionatamente.
 
==[[Explicit]]==
Utente anonimo