Differenze tra le versioni di "Massimo Piattelli Palmarini"

→‎Citazioni: Bruno de Finetti e la difesa degli obiettori di coscienza
(→‎Citazioni: Émile-Auguste Chartier, detto Alain -> Wikipedia)
(→‎Citazioni: Bruno de Finetti e la difesa degli obiettori di coscienza)
 
*Ci sono due tipi di filosofo, diceva tra le due guerre il razionalista francese Alain<ref>Émile-Auguste Chartier, detto Alain, filosofo, giornalista e scrittore francese, {{cfr}} [[w:Émile-Auguste Chartier|voce su Wikipedia]].</ref>, quello che ama le idee e quello che odia le idee. [[Robert Nozick]] è decisamente un filosofo del primo tipo. Ama le idee a tal punto da essere, mi confida, spesso sgomento al pensiero di tutte le nuove, bellissime idee che verranno pensate e scritte dopo che lui sarà morto. (IV Galleria dei filosofi. Nozick, il più soave degli individualisti, p. 143)
 
*Viveva tra noi, ma poco ce ne curavamo. Era discretamente affiorato nella cronaca qualche anno fa, per via di certe sue coraggiose iniziative radicali in difesa degli obiettori di coscienza, che gli attirarono i rigori della legge. Ricordo come a Parigi, nel 1979, partecipante a un convegno internazionale sui fondamenti della scienza organizzato dal suo editore, Einaudi, e dall'Istituto italiano di cultura, [[Bruno de Finetti]] parlasse con ''humour'' e noncuranza del suo rischio di finire nelle patrie galere. La sola idea di de Finetti in prigione, invece, a noi stringeva il cuore. Proprio, lui, l'ultimo dei giusti? Alla fragilità, quasi alla trasparenza del suo fisico, facevano contrasto la nobiltà del comportamento e la luce dell'intelletto, collimate come quelle di un laser. (IV Galleria dei filosofi. Bruno de Finetti, ovvero il soggetto della probabilità, p. 147)
 
==Note==
31 641

contributi