Apri il menu principale

Modifiche

:''In maxima fortuna minima licentia est''.
*Mi si dirà: chi potrà biasimare quanto si sarà stabilito contro dei traditori? Le circostanze il tempo la sorte, il cui capriccio governa le genti. (Cesare: 51,25)
:''At enim quis reprehendet quod in parricidas resrei pupublicaepublicae decretum erit? Tempus dies fortuna, quoius lubido gentibus moderatur''.
*Tutte le [[bontà e cattiveria|cattive]] azioni derivano e prendono a esempio delle [[bontà e cattiveria|buone]] azioni. (Cesare, commentando il precedente che costituirebbe la messa a morte di un cittadino romano: 51,27)
:''Omnia mala exempla ex rebus bonis orta sunt''.
Utente anonimo