Differenze tra le versioni di "Dishonored"

359 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
*È strano come rimanga sempre un po' d'[[innocenza]] da poter perdere. ('''L'Esterno''')
*Sei riuscito ad attraversare tutto questo casino senza perdere di vista ciò che conta veramente, per questo ti rispetto. ('''Samuel''' a Corvo, all'inizio dell'ultima missione)
*In memoria di sua maestà Jessamine Kaldwin madre di Emily, imperatrice di tutti noi. ('''[[Epitaffi dai videogiochi|Epitaffio]]''' visibile all'inizio de ''Il Pugnale di Dunwall'' e alla fine de ''Le streghe di Brigmore'')
:''In memory of her majesty Jessamine Kaldwin mother to Emily, empress to us all''
*Le nostre [[scelta|scelte]] influenzano qualcuno, sempre. Prima o poi, in modi non prevedibili, dovremo subirne le conseguenze. ('''Daud''', nel finale de ''Le streghe di Brigmore'')
 
==Dialoghi==
{{Explicit videogiochi}}
Così termina l'interregno. Emily Kaldwin I succederà al trono a sua madre, dopo una stagione di tumulti. Corvo, tu sarai al suo fianco per guidarla e proteggerla da coloro che vorranno sfruttarla... o farle del male. Hai osservato e ascoltato, quando altri avrebbero urlato di rabbia. Ti sei fermato invece di colpire. Così, debellata la peste e con Emily ascesa al trono, per merito tuo arriva un'età dell'oro. Decenni dopo, quando i tuoi capelli saranno bianchi e lascerai questo mondo, l'imperatrice Emily, Emily la Saggia, all'apice del potere, deporrà le tue spoglie nella tomba della madre, poiché per lei fosti ben più di un Protettore Reale. Addio, Corvo. ('''L'Esterno''')
 
==Citazioni dai DLC==
*In memoria di sua maestà Jessamine Kaldwin madre di Emily, imperatrice di tutti noi. ('''[[Epitaffi dai videogiochi|Epitaffio]]''' visibile all'inizio de ''Il Pugnale di Dunwall'' e alla fine de ''Le streghe di Brigmore'')
:''In memory of her majesty Jessamine Kaldwin mother to Emily, empress to us all''
*Daud, assassino di imperatrici. Daud, che risparmiò chi l'ha tradito. ('''L'Esterno''', nel finale de ''Il Pugnale di Dunwall'')
*Le nostre [[scelta|scelte]] influenzano qualcuno, sempre. Prima o poi, in modi non prevedibili, dovremo subirne le conseguenze. Sono venuto a Dunwall da Serkonos a sedici anni e ho vissuto da assassino, tra i pochi a sentire la voce dell'Esterno. Ho ucciso un'imperatrice, ma ho salvato la figlia, che un giorno governerà l'impero. ('''Daud''', nel finale de ''Le streghe di Brigmore'')
 
==Altri progetti==