Differenze tra le versioni di "Fabrice Hadjadj"

+int e citaz
m (+wikilink)
(+int e citaz)
==Citazioni di Fabrice Hadjadj==
*Il mio ombelico come cicatrice e il mio pene come indice mi manifestano che sono grazie a un altro e per un altro, che posso compiermi solo con l'altro e anche nell'altro – non sviluppandomi ma fruttificando, cioè dando nascita a un altro (figlio) con un'altra (donna).<ref>Da ''Ma che cos'è una famiglia?'', Edizioni Ares; citato in ''[http://www.ilfoglio.it/chiesa/2015/12/07/toh-un-cristo-risorto-francia-chiesa-cattolici___1-v-135748-rubriche_c201.htm Toh, un Cristo è risorto]'', ''il Foglio.it'', 7 dicembre 2015.</ref>
 
{{int|Da ''Se la pax del mercato non è che mercimonio privato''|''Avvenire'', 18 giugno 2017}}
*Lo spazio pubblico occidentale è caratterizzato da un vuoto stupefacente: la questione del senso è assente (sostituita da quella della crescita economica.
*Il ronzio delle news gli è necessario per non sentire il cuore.
*Dove non c'è più comunione, resta il commercio.
*La violenza più radicale non è quella della guerra economica e dei suoi danni collaterali, è quella che respinge il nostro slancio naturale verso la verità lontano dallo spazio pubblico e lo svuota di ogni profondità.
*
 
{{int|Da ''La tradizione è più moderna della modernità''|''Osservatore Romano'', 4 marzo 2011}}
12 407

contributi