Differenze tra le versioni di "Giorgio Vasta"

m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
*Io ho vergogna della paura, è vero, però ho bisogno di poter dire che ho paura. Perché la paura è uno strumento. Serve a conoscere, a capire. La paura deve esserci. Solo che per me c'è sempre. (p. 120)
*Ascolto e non ci credo, però mi piace la forma che la [[Bibbia]] sa dare al mondo: lì dentro il mondo è una cosa seria. (p. 135)
*A noi, i suoi compagni di classe, chiedono informazioni utili. Nessuno però è in grado di dire qualcosa: Morana non esiste, non è mai esistito. Per un anno ha incarnato il disagio da cui ognuno distoglie lo sguardo. (p. 188)
*Voglio parlare, io voglio parlare sempre, per sempre, perché parlando fabbrico qualcosa ma soprattutto perché parlando impedisco qualcosa. (p.190)
 
==Note==
2 916

contributi