Pierre Bayle: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
*{{NDR|[[Baruch Spinoza|Spinoza]]}} Fu un ateo di sistema e adottò un metodo completamente nuovo, anche se i fondamenti della sua dottrina sono comuni con quelli delle dottrine di molti altri filosofi antichi e moderni, europei e orientali. (''Spinoza''; 1991, p. 355)
*{{NDR|[[Baruch Spinoza|Spinoza]]}} Dotato di mentalità matematica e disposto ad accogliere su ogni argomento ciò che gli dettava la ragione, comprese ben presto che la dottrina dei rabbini non era fatta per lui; fu quindi facile accorgersi che non approvava molti punti dell'ebraismo; era un uomo che non amava la costrizione della coscienza e che odiava la dissimulazione: fu questa la ragione. (''Spinoza''; 1991, pp. 355-356)
*[...] il sistema apparso poi nelle sue ''Opera posthuma'' [...] è l'ipotesi più mostruosa che si possa immaginare, la più assurda e la più diametralmente opposta alle nozioni più evidenti dello spirito nostro. (''Spinoza''; 1958, p. 15)
*Secondo l'opinione comune si chiamano spinozisti coloro che non seguono alcuna religione e che d'altronde non si preoccupano molto di nasconderlo. (''Spinoza''; 1958, p. 17)
*Non v'è meno spirito né meno inventiva nel [[Citazione|citare]] in modo appropriato un pensiero trovato in un libro che nell'essere il primo autore di quel pensiero.<ref>Citato in [[Gianfranco Ravasi]], ''Breviario laico'', Mondadori, Milano, 2010, [https://books.google.it/books?id=rQFE71PlJsYC&pg=PP11 p. 4].</ref>
 
==Bibliografia==
*Pierre Bayle, ''Dizionario storico-critico'', volume primo, a cura di Gianfranco Cantelli, Laterza, Bari, 1976.
*Pierre Bayle, ''[https://books.google.it/books?id=IeWkYnlfJj4C&pg=PA0 Dizionario storico-critico]'', a cura di Gianfranco Cantelli, Lampi di stampa, Milano, 1999. ISBN 978-88-488-0067-9
*Pierre Bayle, ''Dizionario storico e critico: Spinoza'', traduzione di Piero Bertolucci, Boringhieri, Torino, 1958.
 
==Altri progetti==