Differenze tra le versioni di "Fidel Castro"

m
fix ultimo ins.
m (fix ultimo ins.)
*Non c'è nulla di paragonabile alla [[Olocausto|Shoah]]. [...] Nessuno al mondo ha ricevuto lo stesso trattamento riservato agli [[ebrei]], sempre accusati di ogni male. Essi hanno condotto un'esistenza molto più difficile di chiunque altro.<ref>Citato in Daniel Mosseri, [http://www.shalom.it/J/index.php?option=com_content&task=view&id=992&Itemid=116 ''Fidel Castro non smette di sorprendere''], ''Shalom.it''.</ref>
 
*Il [[rivoluzione|processo rivoluzionario]] è intrinsecamente il miglior programma di sanità pubblica possibile.<ref>Citato in ''Focus'', n. 91, p. 188.</ref>
 
*Nessuno ci convincerà mai che un [[omosessualità|omosessuale]] possa avere in sé le condizioni e le esigenze di condotta che ne potrebbero fare un vero Rivoluzionario, un vero Comunista militante. Una deviazione di questa natura si scontra con il concetto che noi abbiamo di come dev'essere un militante comunista.
:''We would never come to believe that a homosexual could embody the conditions and requirements of conduct that would enable us to consider him a true Revolutionary, a true Communist militant. A deviation of that nature clashes with the concept we have of what a militant Communist must be.''<ref>Citato in Lee Lockwood, ''Castro's Cuba, Cuba's Fidel'', 1990 (1967), p. 124. ISBN 0-8133-1086-5</ref>
 
*Ho sempre cercato di pensare con il massimo della razionalità [...] Non ho dedicato nemmeno un secondo della mia vita a pensare come la gente mi considera. La storia è relativa, le specie possono estinguersi, il sole si spegnerà. A che vale la fama, la gloria? Un giorno nulla di questo esisterà.<ref>Dall'intervista (intervistato dal registadi [[Oliver Stone]] innel film-documentario ''[[Comandante (film)|Comandante]]'' (2003).</ref>
 
== ''Autobiografia a due voci'' ==
 
{{DEFAULTSORT:Castro, Fidel}}
[[Categoria:Personalità dell'ateismo]]
[[Categoria:Politici cubani]]
[[Categoria:Rivoluzionari cubani]]
[[Categoria:Personalità dell'ateismo]]