Carità: differenze tra le versioni

312 byte aggiunti ,  5 anni fa
amplio Paolo di Tarso
(→‎Citazioni: citazione di Montherlant)
(amplio Paolo di Tarso)
*Non la scienza, ma la carità ha trasformato il mondo, in alcuni periodi; e solo pochissimi uomini son passati alla storia per la scienza; ma tutti potranno rimanere imperituri, simbolo dell'eternità della vita, in cui la morte non è che una tappa, una metamorfosi per un più alto ascenso, se si dedicheranno al bene.
 
===''[[PrimaPaolo letteradi ai CorinziTarso]]''===
*Al di sopra di tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione. (''[[Lettera ai Colossesi]]'')
*La tua carità è stata per me motivo di grande gioia e consolazione, fratello, poiché il cuore dei credenti è stato confortato per opera tua. (''[[Lettera a Filemone]]'')
 
====''[[Prima lettera ai Corinzi]]''====
*Queste dunque le tre cose che rimangono: la [[fede]], la [[speranza]] e la carità; ma di tutte più grande è la carità!
*Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla. E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova. La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine.