Differenze tra le versioni di "Henry Corbin"

m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".
m (→‎Citazioni: wlink Exoterismo)
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
*Gli Shi'iti veri sono dunque coloro che si assumono i segreti degli Imâm. Tutti coloro che invece pretendono di limitare l'insegnamento degli Imâm all'[[Exoterismo|essoterico]], a questioni di diritto e di rituale, mutilano ciò che è la vera essenza dello shi'ismo. L'affermazione dell'[[Esoterismo|esoterico]] non significa abolizione pura e semplice della sharî'at, della lettera e dell'essoterico (''zâhir''); essa significa che, privata della realtà spirituale (''haqîqat'') e dell'esoterico (''bâtin''), la religione positiva è opacità e servitù; essa si riduce a un catalogo di [[dogmi]] o a un catechismo, invece di rimanere aperta allo schiudersi di significati nuovi e imprevedibili. (p. 52)
*Al di là del cielo delle stelle fisse dell'[[astronomia]] peripatetica o tolemaica, vengono presentiti innumerevoli universi meravigliosi. Diversamente da quanto avverrà in [[Occidente]], dove il progresso dell'astronoma finirà con l'eliminare l'angelologia, qui è proprio l'angelologia che conduce l'astronomia onomia al di là dello schema classico che la limitava. (p. 213)
*[...] secondo lo shi'ismo, il [[Corano]] che abbiamo oggi è un Corano mutilo, ma perché la verità del Libro santo che possediamo va cercata nel cuore delle sue profondità nascoste, nella pluralità dei suoi significati esoterici. La chiave di tali profondità è la dottrina shi'ita dell'Imâm e della ''walâyat'' (carisma iniziatico degli « Amici di Dio ») come esoterico della profezia. Da questo punto di vista, l'attività filosofica è fondamentalmente ermeneutica. (p. 257)
 
==Bibliografia==
69 545

contributi