Differenze tra le versioni di "Il divo"

2 byte aggiunti ,  4 anni fa
m
Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".
m (+wikilink)
m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
*'''Don Mario''': A che ora ti sei svegliato, Giulio? <br />'''Giulio Andreotti''': Alle quattro e mezza.<br />'''Don Mario''': [[Giorgio La Pira|La Pira]] si svegliava alle tre e mezza.<br />'''Giulio Andreotti''': La Pira era un santo, io sono un peccatore.<br />'''Don Mario''': Quante volte, Giulio?<br />'''Giulio Andreotti''': Da oggi sette.<br 7>'''Don Mario''': Sette volte presidente del Consiglio e venticinque volte ministro! Mai avuto un parrocchiano così illustre!<br />'''Giulio Andreotti''': Siamo tutti illustri davanti a Dio.<br />'''Don Mario''': [[Indro Montanelli|Montanelli]] diceva: «[[Alcide De Gasperi|De Gasperi]] e Andreotti andavano insieme a messa e tutti credevano che facessero la stessa cosa. Ma non era così. In chiesa De Gasperi parlava con Dio, Andreotti con il prete».<ref>Cfr. [[Indro Montanelli]]: «Andava anche, mi dicono, a messa insieme a lui, e tutti credevano che facessero la stessa cosa. Ma non era così. In chiesa, De Gasperi parlava con Dio; Andreotti col prete. Era una divisione di compiti perfetta».</ref><br />'''Giulio Andreotti''': I preti votano, Dio no.
 
*'''Andreotti''': Ditemi del mio cavallino preferito. <br /> '''Paolo Cirino Pomicino''': Sbraitava, [[Bettino Craxi| Craxi]]. Continuava a ripetere: "Piuttosto che subire il [[Democrazia Cristiana| DC]] Mazza {{NDR|Roberto Mazzotta}} alla presidenza della banca, mi taglio le palle". <br /> '''Andreotti''': E chi ha avuto la presidenza della banca? <br /> '''Paolo Cirino Pomicino''': [[Democrazia Cristiana| DC]] Mazza. <br /> '''Andreotti''': E avete chiesto l'adempimento a [[Bettino Craxi| Craxi]]?
 
*'''Signora Enea''': Presidente, stia dritto! <br /> '''Giulio Andreotti''': Sto tanto comodo così.
*'''Livia Danese''': Giulio, tu hai un po' di erudizione, la battuta pronta, perseveranza, capacità di concentrazione e resistenza. Basta, tutto qua. Ti dipingono furbo, colto, intelligentissimo: io dico che non è così. <br /> '''Giulio Andreotti''': Cosa ti rende all'improvviso così critica? <br /> '''Livia Danese''': Niente. Solo la necessità, ogni tanto, di ristabilire la verità. Necessità che tu non hai mai avuto. <br /> '''Giulio Andreotti''': Si vive più a lungo senza necessità. <br /> '''Livia Danese''': Un'altra battuta.
 
*{{NDR|In confessionale con Don Mario}} <br /> '''Don Mario''': Da troppi anni c'erano questi sospetti su Lima come uomo legato alla [[Mafia]]; era troppo chiaccerato. E anche gli altri esponenti della tua corrente sono chiacchierati. Tutto questo non è bene. <br /> '''Andreotti''': Anch'io sono chiacchierato. <br /> '''Don Mario''': Ma tu sei Giulio Andreotti, loro no. <br /> '''Andreotti''': Almeno questo non è colpa mia. <br /> '''Don Mario''': Giulio, perché ti circondi di certa gente? <br /> '''Andreotti''': La guerra si fa con i soldati che si hanno. <br /> '''Don Mario''': I migliori possono scegliere i soldati migliori. <br /> '''Andreotti''': Ma gli alberi per crescere hanno bisogno del concime. <br /> '''Don Mario''': La tua ironia è atroce. <br /> '''Andreotti''': L'ironia è la migliore cura per non morire e le cure per non morire sono sempre atroci. <br /> '''Don Mario''': Soffri per Lima? <br /> '''Andreotti''': Soffro per [[Aldo Moro| Moro]]. Tutto mi è sempre passato addosso senza lasciare segni ma [[Aldo Moro| Moro]] no. Non riesco a togliermelo dalla testa; è come una seconda emicrania, ancora più lancinante. Perché non presero me? Io sono forte, [[Aldo Moro| Moro]] no, [[Aldo Moro| Moro]] era un uomo debole. <br /> '''Don Mario''': Non devi parlare così, questi sono sterili rimorsi. <br /> '''Andreotti''': Volevano i segreti, le [[Brigate rosse]]. Con me potevano stare a parlare un anno, [[Aldo Moro| Moro]] certe cose non solo non le sapeva, non poteva neanche immaginare che esistessero. Sai, Mario, una volta {{NDR|le [[Brigate rosse|BR]]}} mi hanno chiamato a casa. Nessuno ha il mio numero di casa. Mi dissero che mi avrebbero ammazzato il 26 dicembre. Io gli risposi: "Grazie, cosi passerò il santo Natale in pace." Sono ancora qui. Si fecero scoraggiare da una battuta: queste erano le brigate rosse, gente troppo seriosa.
 
*'''Membro della Commissione Inquirente''': [[Alcide De Gasperi| De Gasperi]] diceva di lei: "E' un ragazzo talmente capace a tutto, che può diventare capace di tutto". <br /> '''Andreotti''': Lasci stare [[Alcide De Gasperi| De Gasperi]]!
69 545

contributi