Differenze tra le versioni di "Sigmund Freud"

m
Automa: Correzione automatica trattini in lineette.
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette.)
*Le analogie non dimostrano nulla, questo è vero, ma aiutano a capire.<ref>Citato in [[John David Barrow|John D. Barrow]], ''I numeri dell'universo'', Mondadori, 2004.</ref>
*Le parole erano originariamente incantesimi, e la parola ha conservato ancora oggi molto del suo antico potere magico.<ref>Da ''Introduzione alla psicanalisi'', traduzione di Irene Castiglia, Newton Compton, Roma, 2010, [https://books.google.it/books?id=crDzXASh9-UC&pg=PT28 P. 28].</ref>
*[...] lo psicoanalista sa bene di lavorare con forze altamente esplosive e di dover procedere con le stesse cautele e la stessa coscienziosità del chimico. Ma quando mai si è interdetto al chimico l'uso delle sostanze esplosive che gli sono necessarie per l'opera sua, a cagione della loro pericolosità?...Credere che si possano vincere le psiconevrosi operando con blandi mezzucci, significa sottovalutare grossolanamente la natura di queste affezioni, la loro origine e la loro effettiva importanza.<ref name=tecn>Da ''Tecnica della psicoanalisi'' (nel retro-copertina), traduzioni di Ezio Luserna e Cesare L. Musatti, Biblioteca Boringhieri, 1911 - 1914.</ref>
*Nella leggenda del [[labirinto]] può essere ravvisata la rappresentazione di una nascita anale; i corridoi aggrovogliati sono l'intestino, il filo di Arianna il cordone ombelicale.<ref>Da ''Introduzione alla psicoanalisi, Nuova serie di lezioni''; citato in [[Alain Daniélou]], ''Śiva e Dioniso'', traduzione di Augusto Menzio, Ubaldini Editore, 1980.</ref>
*Nessun mortale può mantenere un [[segreto]]: se le labbra restano mute, parlano le dita.<ref>Da ''L'io e i meccanismi di difesa''.</ref>
69 545

contributi