Differenze tra le versioni di "Canti popolari"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
m
Automa: Inversione degli accenti delle parole di questa lista.
m
m (Automa: Inversione degli accenti delle parole di questa lista.)
 
==Calabresi==
*'''N jürnu 'na [[colomba|palumba]] curtivai, | amminezu le palumbe 'guale sue. | Si fice 'rande e ll'ali cce tagliai, | ppe' nun putire volare a voglie sue. || 'Ntisi 'na vuce all'ariu e m'affacciai, | e lla vidietti amminezu de le grue; | io cce dissi: «Palumba, duve vai? | Vòtate arriedi si bene mi vue.» | «Io nun me vuotu moni, mai, | ca soverchiu aspettai l'amore tue.»''
:''Un giorno una colomba m'allevai, | in mezzo alle colombe pari sue. | Si fece grande, e le tagliai le ali, | che non potesse volare secondo la sua voglia. || Intesi nell'aria una voce e m'affacciai, | e la vidi in mezzo alle gru; | io le dissi: «Colomba, dove vai? | Voltati indietro se mi vuoi bene.» | «Io non mi volto né adesso né mai, | ché troppo aspettai l'amore tuo.»'' (''N jürnu 'na palumba curtivai'' / ''Un giorno una colomba m'allevai''<ref>In ''Canzoniere italiano'', a cura di [[Pier Paolo Pasolini]], Guanda; citato in ''La nuova antologia Garzanti'', vol. I, Garzanti, 1981, p. 390.</ref>)
*''[[rondine|Rondinella]], chi passi lu mare, | salutamme 'a cummare, | salutamme 'a cchiù bella, | ccu llu tuppu e lla zagarella.'' (''Rondinella, chi passi lu mare'')
:''Il Santo Padre ci ha tolto la messa | il re prepara la forca per i preti | la Sicilia è fatta carne da salsiccia | qui vige la legge dei saraceni.''
*''Ora nun fazzu cchiù lu carritteri | ca lu cavaddu nun voli arrivari. | 'Nta la muntata di Mussulumeli | si sdillassau la cinca e pitturali, | e comu t'arriducisti cavaddu di Sciacca | ar essiri prizzuliatu di la ciocca. | Si Diu voli e la mula camina, | c'haju a ghiri a la fera a la Diana.''<ref>Citato in Roberto Leydi, ''I Canti popolari italiani'', ''Oscar Mondadori'', 1973, p. 314.</ref>
:''Ora non faccio più il carrettiere | ecco perchèperché il cavallo non vuole arrivare. | Alla salita di Misilmeri | si rompe sottopancia e pettorale, | e come ti riducesti cavallo di Sciacca | ad esser becchettato dalla chioccia. | Se Dio vuole e la mula cammina, | dovrò arrivare alla fiera di Cefalà Diana.''
 
==Note==
69 545

contributi