Differenze tra le versioni di "Mino Milani"

 
*Cos'è la vita, infine? Uno spinterogeno che non funziona. Un sedile invece di un altro. Uno sportello. Una fila di comode, confortevoli, soffici poltrone. <br>La [[morte]] è alla fila più avanti. (''La realtà romanzesca'' p. 42)
**Non c’è solo bisogno della storia scritta da re, imperatori, grandi generali, grandi inventori, grandi scienziati. La storia dell’umanità è fatta da noi, da gente come noi. (''Due di Mille'', prefazione)
 
*Non c’è solo bisogno della storia scritta da re, imperatori, grandi generali, grandi inventori, grandi scienziati. La storia dell’umanità è fatta da noi, da gente come noi. (''Due di Mille'', prefazione){{Int|''Un patriota non si arrende''|Intervista di Cristina Taglietti, ''La Lettura'', suppl. del "Corriere della Sera", 7 maggio 2017, pp. 46-47.}}
* Nel 1958 [[Giovanni Mosca]], direttore del ''Corriere dei Piccoli'' mi telefonò e mi disse: mi deve fare dei racconti a puntate sul West. Ho pensato al nome. Doveva leggersi come si scriveva: Tommy River.
* È [[Joseph Conrad|Conrad]] lo scrittore che amo. Ho letto [[Cuore di tenebra|''Cuore di tenebra'']] per caso, avevo 18 anni. L’avevo comperato nella collana Romantica Sonzogno. Una sera non riuscivo a dormire e l’ho letto fino all’alba. Sembra una frase fatta ma è un libro che mi ha segnato la vita insieme con ''[[Martin Eden]]'' di [[Jack London]] e ''La vita semplice'' di [[Ernst Wiechert]].
2 393

contributi