Differenze tra le versioni di "Modi di dire toscani"

m
+template spiegazione
m (wlink)
m (+template spiegazione)
==Modi di dire==
*Andar col canzar del [[piombo]].<ref name=CCCLI>Citato in Capponi, p. 351.</ref>
::{{spiegazione|Andare adagio, con circospezione.}}
*Caricarsi di legna verde.<ref name=CCCLI/>
::{{spiegazione|Farsi carico di brighe inutili e faticose.}}
*Da [[Montelupo Fiorentino|Montelupo]] si vede [[Capraia e Limite|Capraia]], Iddio fa le persone e poi l'appaia.<ref>Citato in Capponi, p. 353.</ref>
*Ha la [[gotta]] alle mani.<ref>Il detto deriva molto probabilmente da un epigramma di [[Marco Valerio Marziale]]: «''Muove liti Diodoro in ogni lato, | sebbene afflitto sia dalla podagra; | ma quando ha da pagare l'avvocato, | il suo male convertesi in chiragra.''» La chiragra è proprio la "gotta alle mani".</ref>
===Voci di paragone===
*Casca come una [[pera]] cotta.<ref name=CCCLXIV>Citato in Capponi, p. 364.</ref><br />Casca come una pera mezza.<ref name=CCCLXIV/>
::{{spiegazione|Riferito a chi si lascia indurre da altri a fare (o a dire) qualcosa che non avrebbe voluto fare (dire). Oppure riferito a chi si innamora facilmente.}}
*[[Grandine]] grossa come le noci.<ref name=CCCLXVII>Citato in Capponi, p. 367.</ref>
*Lo schiacciò come una noce.<ref name=CCCLXVII/>