Differenze tra le versioni di "Gilbert Keith Chesterton"

(link)
*Uno dei misteri del [[matrimonio]], che deve essere un sacramento e uno dei più incredibili, è che un uomo inutile come me, può diventare indispensabile in certi momenti. Non mi sono mai sentito così piccolo come ora che so quanto sono necessario. <ref> Citato nella postfazione a Gilbert Keith Chesterton, ''La Ballata del Cavallo Bianco'', Raffaelli Editore, Seconda Edizione 2011, a cura di Annalisa Teggi e Marco Antonellini, postfazione di Marica Ferri, p. 171.</ref>
*Vi è qualcosa di depravato in ogni uomo che non abbia voglia di violare i dieci comandamenti. (''The illustrated London news'', 11 aprile 1925)
*L'intelligenza moderna non accetta nulla che venga dall'autorità. Ma accetta invece qualsiasi cosa che non sia autorevole. (''L'uomo che sapeva troppo'', cap. 5)
 
{{Intestazione2|''Idioti con l'aureola''|In [[Walt Whitman]], ''Canto una vita immensa'', a cura di [[Antonio Spadaro]], Ancora, Milano, 2009, pp. 149-153. ISBN 88-514-0632-4}}
Utente anonimo