Differenze tra le versioni di "Rosario Gregorio"

ortografia
m
(ortografia)
*Succeduti i Re Castigliani, cessò Palermo da indi innanzi di essere la sede dei suoi Re, e cominciò la Sicilia ad esser governata dai Vicerè. (I, p. 23)
*{{NDR|sui vicerè durante la monarchia di Carlo V}} Essi in questi tempi temendo i frequenti assalti dei vicini Africani, fortificarono di bastioni e di fortezze le città principali dell'isola, e massimamente Palermo, Messina e Catania. E nel loro governo vi furono spesse rivoluzioni nei Popoli e molte ed aspre fazioni tra i nobili. (I, pp. 23-24)
*Ma in questo beatissimo secolo di Ferdinando la Sicilia in migliore, e più felice stato si è ridotta. E tolti i pubblici, ed anticiantichi ostacoli al diritto esercizio dell'umana ragione, e protetti gli studi, e le arti, agevolato con le nuove strade il commercio, e rinvigorite le leggi, noi siamo non pure in speranza, ma in possesso di pubblica felicità. (I, p. 26)<ref>Citato in ''[httphttps://books.google.it/books?id=SnQ1AAAAcAAJ&pg=PA348&lpg=PA348&dq=sicilia+invidia&source=bl&ots=DhEtEYcd-J&sig=HcontYKrwT6FSwOsJxm0jOnESaU&hl=it&sa=X&ei=4ldlVMiCIoPUOOHggZAP&ved=0CGcQ6AEwDA#v=onepage&q=siciliabeatissimo%20invidia20secolo&f=false]''</ref>
 
==Citazioni su Rosario Gregorio==
82

contributi