Differenze tra le versioni di "Carmine Schiavone"

m
nessun oggetto della modifica
(sposto botta e risposta nella voce del programma)
m
*Non ricordate quel delinquente che sono stato, perché lo sono stato, un criminale. Però mi sono pentito, perché non si pentono anche loro?<ref name=rainews24>Dall'intervista a ''Rainews 24''; visibile in ''[https://www.youtube.com/watch?v=a2eHSrsNbLk Il pentito ex boss Carmine Schiavone in esclusiva su rainews24, rivelazioni shock]'', ''Youtube.com''.</ref>
 
{{int|Da ''[http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/08/31/schiavone-so-dove-sono-rifiuti-tossici-in-campania-non-bonificano-perche-costa-troppo/243151/ Schiavone: "Ho detto dove sono i rifiuti tossici, non bonificano perché costa troppo"]''|''Tv.ilfattoquotidiano.it'', 31 agosto 2013}}
*Erano milioni e milioni di metri cubi da riempire. Tu pensa: inizia da [[Pozzuoli]], la superstrada, fino a [[Nola]], quanti terreni ci sono voluti? E tu pensa che le sopraelevate sono di 4 o 5 metri. Il discorso è: dove hanno scavato le buche per la superstrada e per la terza corsia, li ci stanno {{NDR|i rifiuti}}. Puoi starne certo. Tu mescola rifiuti chimici, rifiuti ospedalieri, rifiuti di industrie farmaceutiche, vernici, rifiuti di tante altre industrie, con quell'altra robaccia. Non è che questi scaricavano con la gru, delicatamente, e ci mettevano sopra il cemento. No, alzavano il ribaltabile e andava giù. All'improvviso è uscito un fusto d'immondizia fuori, un fusto tossico. Uscivano dei liquami puzzolenti, non cresceva più l'erba, gli alberi morivano. A me quello che mi ha fatto pentire principalmente è stato questo. Perché ho detto da qui a dieci anni questi non hanno scampo: nè i miei figli, nè i figli degli altri. Li stanno ammazzando prima che nascano, per soldi. {{NDR|Il mercato dei rifiuti}} Vale miliardi. Vale più il mercato dei rifiuti che il mercato della droga. {{NDR|I contatti con le imprese che producevano i rifiuti}} Li tenevano il marito della nipote di [[Bidognetti]] cioè [[Gaetano Cerci]], Pianese, Vassallo e... e qualche politico. Questa roba qui l'avevano fatta sotto sotto assieme a [[Chianese]] con l'accordo di [[Licio Gelli]] per fare i traffici di tutta questa roba. Licio Gelli, massoneria, con l'avvocato Chianese erano "culo e camicia". E Licio Gelli gestiva, attraverso delle società che stavano a [[Milano]], a Santa Croce sull'Arno, nella zona di [[Padova]], tutto al Nord e Centro-Nord, tutte queste società e cooperative, sia immondizia e sia trasporti, che portavano tutta questa roba tossica e nucleare.{{NDR|Le cassette di piombo}}Erano di 50-60 centimetri, più o meno. Venivano dall'estero. So che venivano dalla [[Germania]], dalla [[Francia]], non so con precisione. Dalla Germania, di sicuro, veniva qualcosa. Sicuro, perché ho visto lo stemma dell'aquila.
*La gente sta morendo. Moriranno tutti però non si ribellano, non vanno a prendere le istituzioni per il collo e glielo tirano.
*{{NDR|Nella legalità}} Bisogna crederci, bisogna combattere. Ma la prima cosa per combattere è togliere il malaffare dal potere centrale. Perché poi renditi conto che noi non abbiamo solo un potere centrale, abbiamo un potere regionale, un potere provinciale, un potere comunale, un potere clientelare, è tutto un miscuglio tra loro. Chi soffre? l'80 per cento del popolo italiano. Ma tu ti rendi conto? Io faccio il pentito da 20 anni, lavoro per lo Stato da 20 anni, gli ho dato contributi, senza di me non ci sarebbe stato né il modello di Caserta e nemmeno i pentiti casalesi. Perché, io aprendo le porte, poi è successo quello che è successo. In 20 anni hanno lasciato distruggere le mie proprietà pulite, c'è una denuncia che ho fatto al dottor [[Antonello Ardituro]] per i miei beni dissequestrati. Non solo li hanno lasciati distruggere, si sono appropriati, non so chi, persino dei conti correnti, erano pochi soldi che non si sa che fine abbiano fatto, come è possibile questo? Il Servizio Centrale che doveva interessarsi di queste cose non ha fatto niente, perché ha cercato solo di destabilizzare. Il Servizio Centrale sino a che ci fu Manganelli, 1996, procedeva bene. Nel 1997 venne a fare il direttore uno che oggi fa il vice-capo della Polizia, da lì iniziarono un sistema destabilizzante nei miei riguardi e anche di altri pentiti, perché evidentemente lo stato centrale non voleva più i pentiti perché se ne è accorto che anche loro stavano nei verbali. Quindi il Servizio Centrale non protezione ha cercato sistematicamente di bloccare quello che a loro non interessava, facendo pressione. Ma tu ti rendi conto quanta gente si è ammazzata anche tra i pentiti? Ti rendi conto che vita uno deve fare togliendogli la famiglia, gli affetti, il luogo dove sei nato e tutte queste cose, e nessuno di loro si interessa della pelle di un altro. Niente, nel modo più assoluto. Io ho un altro figlio che è malato di mente, gli stanno facendo fare il barbone, non domandano nemmeno, dopo che se ne sono serviti, facendogli fare delle cazzate grosse. Poi dopo che succede? il Ministero degli Interni cosa fa? Deve risparmiare? La prima cosa è chiudere il Servizio Centrale perché ognuno di noi ha Carabinieri, Polizia o Finanza che ci guarda, il Servizio Centrale a che serve? Semplicemente: una macchina mangia soldi, in più destabilizzante. Io giorni fa ho visto i funerali di quella signora, testimone di giustizia, Garofalo {{NDR|[[Lea Garofalo]]}}, a [[Milano]] e ho detto "Ma tu, Servizio Centrale, che dovresti accudire cosa hai fatto?" Il fratello di [[Pasquale Galasso]] che l'hanno fatto ammazzare, la figlia di [[Felice Maniero]] che si butta da una finestra e tanta altra gente. I pentiti vengono trattati peggio dei cani. A me non mi hanno pagato nemmeno i contributi per 20 anni che sto con loro ma lasciamo perdere perché io ho la pensione per i 23 anni che avevo lavorato prima, perché lavoravo, facevo sia l'agricoltore sia il calcestruzzo, ma altra gente che si è fidata dello Stato, gli ha dato anche i contributi, grossi o piccoli, che sono serviti a fare i sequestri di beni ed altro, li hanno mollati. Stanno in mezzo a una strada, gente che dorme sotto i portoni. Questo è lo Stato, è uno Stato di diritto questo? Poi senti per televisione chi raccomanda a destra e chi raccomanda a sinistra: il figlio di uno, il figlio di un altro, il nipote, lo zio... tutte queste situazioni clientelari, altro che [[mafia]]. Hanno avvelenato un popolo intero. Insomma: industriali che hanno cercato di guadagnare sullo smaltimento dei rifiuti, camionisti, che io non gli do una colpa perché dovevano campare, pagare pure la rata del camion, che hanno trasportato questa roba e parecchi di loro ci sono rimasti pure, criminali con l'appoggio delle istituzioni, perché io dico poi la polizia, i carabinieri dove stavano? Quando mai hanno controllato queste industrie che facevano, per dire, diecimila fusti all'anno di rifiuti tossici? Dove stavano le fatture per lo smistamento? Non ci stanno, però tutti quei soldi in nero sono finiti all'estero. Ora si lamentano. Il popolo che non sapeva niente oggi sa, se andassero a fondo e scavassero, ne succederebbero delle belle, veramente uscirebbero con i forconi. Io non dico che devono uscire con i forconi però hanno un arma che è molto più potente: il voto. Non lasciarsi corrompere dai vari potentati politici o leccaculi politici che vanno a promettere, a fare... noi non abbiamo nemmeno il diritto alla preferenza? Noi non vi votiamo proprio il partito. Andiamo a votare qualcuno che è contro di voi, pure se andiamo peggio, però vi diamo una lezione indimenticabile. Ormai quello è l'unico sistema che ha il popolo italiano per potersi difendere.
 
{{int|IntervistaDall'intervista di [[Sandro Ruotolo]] nel reportage ''Inferno atomico''|di Sandro Ruotolo e Dina Lauricella andato in onda su ''[[Servizio pubblico (programma televisivo)|Servizio Pubblico]]'', La7, 29 dicembre 2013; visibile su ''[http://www.serviziopubblico.it/servizio_pubblico_piu/2013/12/29/news/inferno_atomico.html ServizioPubblico.it]''.}}
{{vedi anche|Servizio pubblico (programma televisivo)#Inferno atomico}}
*Qui erano tutti frutteti. Qua c'erano pere, mele annurche, pesche. Ci stavano certi alberi che erano alti 30 metri, li ho trovati come scheletri. Tutti secchi.