Differenze tra le versioni di "Le ali della libertà"

+nota
m
(+nota)
{{cronologico}}
*Lei mi ha colpito per la sua freddezza e per la sua incapacità di provare rimorso, signor Dufresne. Mi si gela il sangue soltanto a guardarla. ('''Giudice''')
*Uno come me lo trovate in tutte le prigioni. Vi serve qualcosa? Rivolgetevi a me. Sigarette, spinelli, se è questo il vostro genere, una bottiglia di whisky per festeggiare il diploma di vostro figlio; qualunque cosa, nei limiti del ragionevole.<ref>{{cfr}} [[incipit]] di ''Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank'', in ''Stagioni diverse'' di [[Stephen King]]: «Uno come me, sono sicuro, c'è in ogni prigione d'America, statale o federale: io sono quello che vi procura la roba. Sigarette confezionate o spinelli – se è quello il vostro debole – una bottiglia di brandy per festeggiare il diploma del figlio, o della figlia, praticamente qualsiasi cosa... nei limiti del ragionevole, cioè. E non sempre è stato così.»</ref> Sissignori, io sono i "grandi magazzini" di questo schifo di posto. Così quando Andy Dufresne venne da me nel 1949 e mi chiese se potevo portargli [[Rita Hayworth]] lì in prigione, io gli dissi: «Vediamo che si può fare.» ('''Red''') {{NDR|voce narrante}}
[[File:Hayworth-Yank-Magazine.jpg|thumb|upright=1.2|Un poster di Rita Hayworth simile a quello appeso nella cella di Andy. Proprio dal poster prende il nome il romanzo di King da cui il film è tratto, ''Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank'']]
*Devo ammettere che Andy non mi colpì particolarmente la prima volta che lo vidi, aveva l'aria di uno che sarebbe caduto al primo soffio di vento. ('''Red''') {{NDR|voce narrante}}