Differenze tra le versioni di "Fabio Capello"

*{{NDR|Su [[Radamel Falcao|Falcao]]}} In tutta la mia carriera soltanto un giocatore mi lasciò un'impressione superiore al primo sguardo, e fu proprio [[Leo Messi]] la sera del Gamper contro la mia Juve. Falcao è un attaccante grandissimo, oggi sicuramente il numero uno.<ref name=intervistaCondo/>
*Già ai miei tempi l'avevo portato con [[Claudio Marchisio|Marchisio]] in prima squadra per qualche allenamento. Si intravedevano in lui grandi potenzialità. In [[Sebastian Giovinco|Giovinco]] rivedo [[Gianfranco Zola|Zola]]. Stesso dribbling ed entrambi abilissimi sui calci di punizione.<ref name=undici>Dalla trasmissione televisiva ''Undici''; citato in ''[http://www.vecchiasignora.com/topic/240262-intervista-completa-a-fabio-capello-dalla-trasmissione-undici-si-parla-di-juve-triade-del-piero-chelsea-e-tanto-altro/ FABIO CAPELLO: "Giovinco come Zola. Calciopoli? I due Scudetti sono nostri. Eravamo i più forti: non rinnego il passato juventino. Del Piero grande professionista. Ibra fuoriclasse vero"]'', ''Vecchiasignora.com'', 20 novembre 2012.</ref>
*La mia avventura al [[Real Madrid]] finì con una telefonata di [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] che mi chiese di tornare ad allenare il Milan. A lui dovevo tutto e non potevo dirgli di no.<ref name="foxsports">[http://www.foxsports.it/2016/12/23/collezione-capello-guarda-che-inter-vende-roberto-carlos-porto-a-madrid "Guarda che l'Inter vende Roberto Carlos". E Capello lo portò a Madrid], foxsports.it, 23 dicembre 2016</ref>
*La Triade? Non rinnego la loro amicizia, avevano qualcosa in più degli altri. Formano un mix completo. L'abilità gestionale a livello societario del dottor [[Antonio Giraudo|Giraudo]], grazie al quale non c'erano bisogno degli investimenti della Fiat per fare il mercato. La competenza tecnica di [[Roberto Bettega]] e la bravura nell'acquistare i giocatori di [[Luciano Moggi]]. Una società che ti permetteva di dedicarti solo al campo e di fare l'allenatore, senza dover pensare a nulla.<ref name =undici/>
*Lo volevo alla [[Associazione Sportiva Roma|Roma]], ma non riuscimmo a portarlo. Lo volli alla Juve perchè ero convinto fosse un fuoriclasse vero. Quando arrivò a Torino calciava solo forte e male. Consigliai a [[Zlatan Ibrahimovic|Zlatan]] di perfezionare la tecnica di tiro ed ogni giorno si fermava dopo l'allenamento con Galbiati a fare tiri in porta. Credo che i risultati si vedano. Fa giocate che solo i fuoriclasse sanno fare e che sono impensabili per gli altri.<ref name = undici/>
187

contributi