Nikolaj Ivanovič Lobačevskij: differenze tra le versioni

(Creata pagina con "thumb|Lobačevskij nel 1855 '''Nikolaj Ivanovič Lobačevskij''' (1792 – 1856), matematico e scienziato russo. ==''Nuovi princípi della geometr...")
 
*La principale conclusione, alla quale io pervenni [...] è l'ammissione dell'esistenza della geometria in un senso più largo di quello nel quale Euclide per primo ce la presentò. In questa accezione io diedi alla scienza il nome di "geometria immaginaria", nella quale rientra la "[[geometria euclidea|geometria ordinaria]]" come caso particolare, corrispondente a quelle limitazioni nelle ipotesi generali, che le misure effettive esigono. (pp. 190-191)
*Tra queste dimostrazioni {{NDR|del quinto postulato di Euclide}}, ve ne sono alcune che si possono chiamare ingegnose, ma sono tutte indistintamente false, lacunose nelle loro premesse e senza il dovuto rigore nel ragionamento; tra di esse inoltre non ve n'è una che, unendo alla semplicità, la persuasività, possa essere accettata per i principianti. (p. 192)
*Nella natura noi abbiamo cognizione, propriamente, soltanto del [[moto (fisica)|movimento]], senza il quale le impressioni sensoriali sono impossibili. Pertanto tutti i rimanenti concetti, per esempio quelli geometrici, sono creazioni artificiali della nostra mente, tratte dalle proprietà di movimento; ecco perché lo [[spazio (fisica)|spazio]], in sé, separatamente, per noi non esiste. (p. 193)
 
==Bibliografia==