Giulio Mazzarino: differenze tra le versioni

m
sistemo
m (Bot: migrazione automatica di 2 collegamenti interwiki a Wikidata: d:Q166056)
m (sistemo)
'''Giulio Raimondo Mazarino''' (1602 – 1661), cardinale, politico e diplomatico italiano.
 
==Citazioni di Giulio Mazarino==
*{{NDR|Riferendosi ai Francesi:}} Se cantano, pagheranno. (citato in [[Giuseppe Fumagalli]], ''Chi l'ha detto?'', Hoepli)<ref>Nelle ''Nouvelles Lettres de la Duchesse d'Orléans'' (1853, pag. 249) si legge: «Le Cardinal Mazarin disoit: La nation françoise est la plus folle du monde: ils crient et chantent contre moi, et me laissent faire; moi, je les laisse crier et chanter, et je fais ce que je veux.» (Fumagalli, ''cit.'', pag. 17)</ref>
:''Ils chantent, ils payeront''.
 
*Coloro, che si dilettano del possesso di cose rare, pellegrine, e galanti, per lo più sono effemminati, e a poco buoni.
*Conoscerai tosto l'essere altrui da coloro con chi egli pratica.
*[[riguardi|Guardati]] da quei di bassa statura: perché son pertinaci, e boriosi.
*Loda tal'uno, e consolalo nel suo travaglio: perché in tali occasioni prorompono fuori i più impenetrabili pensieri del cuore.
*Non creder punto a chi di leggieri gran cose promette, perché è mentitore, e fallace.
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons=Category:Jules Mazarin}}
 
{{DEFAULTSORT:Mazarino, Giulio}}