Differenze tra le versioni di "Giordano Bruno"

m
Annullate le modifiche di 93.33.205.29 (discussione), riportata alla versione precedente di 5.88.48.203
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile caratteri ripetuti
m (Annullate le modifiche di 93.33.205.29 (discussione), riportata alla versione precedente di 5.88.48.203)
:Certamente voi proferite questa sentenza contro me con più timore di quello che io provo nell'accoglierla.<ref group="fonte">Citato nella lettera di [[Caspar Schoppe]] a Konrad Rittershausen, 17 febbraio 1600; in ''Immagini di Giordano Bruno 1600-1725'', a cura di Simonetta Bassi, Procaccini, Napoli, 1996, p. 35.</ref>
:Il timore che provate voi a infliggermi questa pena è superiore a quello che provo io a subirla.<ref group="fonte">Citato in Montanelli 1975, p. 560</ref>
*Ho lottato, è molto; ho creduto nella mia vittoria [...]. È già qualcosa essere arrivati fin qui [...]. Non aver temuto di morire, [...] aver preferito coraggiosa morte a vita imbelle........
:''Pugnavi, multum est; me vincere posse putavi [...]. Est aliquid prodisse tenus [...]. Non timuisse mori, [...] praelatam mortem animosam imbelli vitae.''<ref group="fonte">Da ''De Monade, numero et figura''; citato in [[Giovanni Gentile]], ''Giordano Bruno'', in ''Opere'', Valecchi, Firenze, 1925, p. 297.</ref>
*I [[Filosofia|filosofi]] sono in qualche modo [[Pittore|pittori]] e [[Poesia|poeti]], i poeti sono pittori e filosofi, i pittori sono filosofi e poeti. Donde i veri poeti, i veri pittori e i veri filosofi si prediligono l'un con l'altro e si ammirano vicendevolmente.<ref group="fonte">Da ''De imaginum, signorum et idearum compositione''; citato in Ubaldo Nicola, ''Giordano Bruno pittore'', in Bruno 2005, p. 7.</ref>