Differenze tra le versioni di "Fabio Capello"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
*Io sono dell'idea che più si fischia più si sbaglia. Meglio il metro inglese, in questo senso. In Italia si analizza troppo la moviola per giustificare o condannare le prestazioni della squadra. E finché si discute su contatti minimi si giustificano i simulatori.<ref name=clari/>
*È obbligatorio un in bocca al lupo, Marcello è un amico. Come è amico [[Roberto Donadoni|Donadoni]], al quale le cose non sono andate come potevano andare, visto che ha dovuto rinunciare a giocatori importanti. Forse ci sono stati giudizi prevenuti su di lui.<ref>citato in ''[http://www.fondazioneitaliani.it/index.php/Roberto-Donadoni-biografia.html Fondazione Italiani]''.</ref>
*Ai nostri allenatori [[José Mourinho|Mourinho]] non ha da insegnare niente. In Italia il calcio tatticamente è una cosa molto, molto seria. Sotto l'aspetto calcistico siamo i più avanzati e ormai tutti conoscono tutto. Mourinho adesso ha in mano una macchina straordinaria e non credo farà rivoluzioni, gli sarà sufficiente portare quell'un per cento di novità.<ref name=repubblica>Dall'intervista di Corrado Zunino, ''[http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/07/24/mourinho-in-italia-non-cambiera-il-calcio.html Mourinho in Italia non cambierà il calcio e tra due anni smetto]'', ''la Repubblica.it'', 24 luglio 2008.</ref>
*{{NDR|[[Ultime parole famose]]}} [...] io con l'Inghilterra finisco il turno. Il mio lavoro sul campo termina con l'esperienza inglese. {{NDR|«Abbiamo capito bene, dopo i mondiali del 2010 non sarà più un allenatore?»}} Questo è sicuro.<ref name=repubblica/>
*{{NDR|Nel 2008}} Ho letto dei 'no' degli ultrà in campagna acquisti: [[Christian Vieri|Vieri]], Zauri, [[Dejan Stankovic|Stankovic]]. Una società ha il diritto di prendere chi gli pare: se a un tifoso non sta bene, quella stagione non andrà allo stadio. Ecco, in Italia i [[tifo sportivo|tifosi]], e il tifo organizzato in particolare, hanno troppo potere.<ref name=repubblica/>
*Guido la Nazionale inglese, era ''my dream'', il mio sogno, quella azzurra non mi ha mai affascinato, qui ci sono 57 milioni di ct, io non sono fra questi. Io cerco sempre qualcosa di forte, mi esaltano le grandi sfide.<ref name=27ott2009>Da ''Tuttosport'', 27 ottobre 2009, p. 3.</ref>
*{{NDR|Su [[Calciopoli]]}} Imbarazzo? E perché? Io ho vinto quei titoli sul campo, ce li hanno tolti è vero ma le medaglie le ho sempre, sono in un baule in cantina.<ref name=27ott2009/>
*In Spagna c'è grande rispetto, concetto base del mio modo di essere e allenare, le famiglie vanno allo stadio coi bambini, in Inghilterra gli impianti sono pieni, non succede mai nulla e polizia e stewartsteward svolgono un ruolo perfetto. In Italia invece comandano gli ultrà, negli stadi vedi e senti di tutto, il declino sarà sempre più evidente. Eppure basterebbe applicare la legge. Autorità e club devono prendere una decisione per far tornare la gente negli stadi e rendere questi più accoglienti.<ref name=27ott2009/>
*Io ho sempre detto: non voglio 7 giocatori, ma due buoni. Quando vuoi rifondare una squadra ci vuole solo la qualità. Al Milan sono arrivati Ibra e Robinho. Finalmente, ho detto a Galliani, avete preso due ottimi giocatori. Ci vogliono uomini che fanno la differenza non che fanno numero.<ref>Da ''Gr Parlamento''; citato in ''Tuttosport'', 1 febbraio 2011, p. 2.</ref>
*[[Massimo Moratti|Moratti]] dice che lo Scudetto del 2006 è suo? E io dico che è mio. La medaglia ce l'ho ancora a casa, non me l'ha tolta nessuno. Questo del Milan è il secondo titolo "vero", perché anche l'anno scorso è stato un torneo equilibrato. In quelli precedenti, invece, per l'[[Football Club Internazionale Milano|Inter]] non c'era competizione.<ref>Citato in ''[http://www.sportnews.eu/calcio/19/05/2011/inter-capello-lo-scudetto-del-2006-e-mio-la-medaglia-non-me-lha-tolta-nessuno/ Inter. Capello: "Lo scudetto del 2006 è mio, la medaglia non me l'ha tolta nessuno"]'', ''Sportnews.eu'', 19 maggio 2011.</ref>
5 751

contributi