Differenze tra le versioni di "Publio Virgilio Marone"

→‎Citazioni su Virgilio: citazioni in lingua latina solo nella voce dell'autore, non qui
(→‎Citazioni su Virgilio: citazioni in lingua latina solo nella voce dell'autore, non qui)
==Citazioni su Virgilio==
*E tu, [[Mantova]], sarai esaltata. Così a Dio piacque; e i voleri divini non posson restare incompiuti. Virgilio mantovano cantò Enea troiano; Enea senese dette ricchezza alla patria di Virgilio. ([[Papa Pio II]])
:''Et tu, Mantua, exaltaberis. Ita Deo placitum, nec falli numina possunt. Virgilius mantuanus Aeneam troianum cecinit; Aeneas senensis Virgilii patriam ditavit.''
*''Facesti come quei che va di notte, | che porta il lume dietro e sé non giova, | ma dopo sé fa le persone dotte''. ([[Dante Alighieri]])
*[...] il sommo poeta latino fu considerato tôcco dalla [[grazia divina]], circonfuso di luce, dotato di poteri soprannaturali, così da vivere, da apparire come un fantasma benefico dopo la morte. ([[Olga Visentini]])
*La lampada accesa è il simbolo di Roma eterna, Virgilio ne è l'anima vigile e operante. ([[Olga Visentini]])
*Lasciate il passo, scrittori latini, lasciate il passo, scrittori greci: sta per nascere un non so che, più grande dell'Iliade. ([[Sesto Properzio]])
:''Cedite Romani scriptores, cedite Graii, | Nescio quid maius nascitur Iliade''.
*''Onorate l'altissimo poeta''. ([[Dante Alighieri]])
*Vergilio è la più larga fonte di espressioni proverbiali o quasi proverbiali, di origine letteraria, vale a dire di quelle espressioni, che si fissarono nella memoria del popolo o degli scrittori di ogni età per effetto appunto dei versi suoi, studiati e imparati a memoria. ([[Carlo Pascal]])