Differenze tra le versioni di "Yogin"

66 byte aggiunti ,  3 anni fa
m
sistemo
(Rimuovo l'immagine "Bronze_figure_of_Kashmiri_in_Meditation_by_Malvina_Hoffman_Wellcome_M0005215.jpg", cancellata in Commons da Srittau perché per [[:c:Commons:Deletion requests/File:Bronze figure of Kashmiri in Meditation by Mal)
m (sistemo)
{{Voce tematica}}
[[Immagine:File:Lahiri_Mahasaya.jpg|thumb|Foto di uno yogin]]
 
{{Indicedx}}
Citazioni sugli '''yogin'''.
 
==Citazioni==
*Allorché lo yogin è fermamente stabile nella [[non-violenza|non violenza]], coloro che sono in sua presenza abbandonano ogni ostilità. ([[Patañjali]])
*Allorché lo yogin è fermamente stabile nella continenza [[sesso|sessuale]], acquista energia. ([[Patañjali]])
*Seduto in un posto, lo yogin dovrebbe assumere la posizione del loto. Quindi dovrebbe porre nel proprio cuore il guru, e come da lui appreso, cominciare con la purificazione dei canali servendosi del controllo della respirazione. (''[[Gheraṇḍa Saṃhitā]]'')
 
===[[Abhinavagupta]]===
*Per lo yogin [concentrato] nel Kula, tutto vibrante del supremo succo bhairavico che sovrabbondando [lo pervade], qualsiasi posizione del corpo è tenuta come ''mudrā''.
*Nel cuore supremo, dove la grande radice S, il tridente AU e l'emissione Ḥ son stati unificati, lo yoghin trova riposo.
*Conosciuto che abbia (tale) cammino nella sua interezza, lo yoghin deve quindi dissolverlo nelle divinità che lo reggono, queste, via via, nel corpo, nel soffio, nella mente (e nel vuoto), come prima, e questi tutti nella sua propria coscienza.
 
===''[[Bhagavadgītā]]''===
*Vero rinunciante e vero yogi è chi compie le azioni spirituali (karma) e quelle che costituiscono il suo sacro dovere (karyam) senza desiderarne i frutti – non colui che non compie la cerimonia del fuoco (il sacrificio) né chi abbandona l'azione.
*Lo yogi beatamente assorto nella verità e nella realizzazione del Sé è indissolubilmente unito (allo Spirito). Imperturbabile, conquistatore dei suoi sensi, egli guarda con occhio equanime una zolla di terra, una pietra e l'oro.
*Avendo guadagnato l'ingresso al mondo dei giusti, uno yogi decaduto vi rimane per innumerevoli anni; quindi rinasce (sulla terra) in una casa pura e prospera.
 
===''[[Vijñānabhairava Tantra]]''===
*Lo yogin mediti come questo tutto, o grande Dea, sia diventato [[vuoto]]. La sua mente si dissolverà allora in esso ed egli godrà, di conseguenza, della dissoluzione della mente.
*Allo sperimentare una grande [[gioia]] o alla vista di un amico dopo lungo tempo, meditando sulla beatitudine sorta, ecco che [lo yogin], immerso con la mente in essa, in essa si dissolve.
*La [[coscienza]] di una realtà percepibile e di un soggetto percettore è comune ugualmente a tutte le creature. Gli yogin si diversificano però in questo, che pongono attenzione alla relazione [che intercorre tra essi].
 
==PagineVoci correlate==
*[[Yoga]]
*[[Meditazione]]