Apri il menu principale

Modifiche

153 byte aggiunti ,  2 anni fa
Inserisco in voce tematica.
*Il potere del diavolo è la morte, il peccato e una cattiva coscienza, attraverso cui egli comanda. ([[Martin Lutero]])
*Il sostantivo ''śaṭan'' ha dunque, in [[ebrei|ebraico]], il significato di «colui che si oppone», e di «avversario», anche nel senso generico di nemico di guerra. Cosí, nel libro dei ''Re'', vengono indicati con tale termine i nemici di Salomone<ref>{{NDR|Nota presente nel medesimo testo da cui è tratta la citazione}} <small>I</small>''Re'' <small>II.I4, II.23 e II.25</small></ref>, mentre nei libri di ''Samuele'' ''śaṭan'' è sia [[Davide (Bibbia)|Davide]] – in tal modo definito dai suoi antagonisti filistei<ref>{{NDR|Ibid. nota precedente}} <small>I</small>''Sam.'' <small>29.4</small></ref> – sia, in senso collettivo, i rivoltosi che si oppongono al ritorno di Davide stesso<ref>{{NDR|Ibid. nota precedente}} <small>I</small>''Sam.'' <small>19.23</small></ref>. In due passi la parola è poi impiegata nel senso tecnico di «colui che sostiene l'accusa in giudizio». ([[Giulio Busi]])
*In alto siede l'Onnipotente così lontano che è sempre assente mentre il Diavolo suo fratello lo trovi anche al cancello. (''[[Il settimo sigillo]]'')
*L'unico modo per spiazzare il demonio, quando questi suscita in noi sentimenti di odio verso coloro che ci fanno del male, è pregare subito per loro. ([[Giovanni Maria Vianney]])
*L'uomo separato dagli altri è già ingoiato da satana. La nostra gioia vince questa morte spaventosa. ([[Oreste Benzi]])