Differenze tra le versioni di "Carlo Azeglio Ciampi"

nessun oggetto della modifica
(fonte non valida)
*Siamo romani. Siamo italiani. Essere nati e vivere in Italia è un dono: a Roma, è un privilegio. (dal discorso per la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Roma<ref>Citato in ''[http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2005/09/27/Politica/CIAMPI-IN-CAMPIGLIO-CITA-IL-PAPA-SEMO-ROMANI-E-DAMOSE-DA-FA_093959.php Ciampi: in Campidoglio cita il Papa, semo romani e damose da fa']'', ''Adnkronos.com'', 27 settembre 2005.</ref>)
*{{NDR|A conclusione dell'intervento, durante la visita a Palazzo Marino, fece un giro stringendo le mani a tutti i consiglieri presenti. Un consigliere comunale leghista, Matteo Salvini, lo attendeva scuro in volto. Quando il Presidente gli fu vicino e stese la mano per il saluto, lui rispose tenendo ostentatamente le mani dietro la schiena: «No, grazie, ''dottore'', Lei non mi rappresenta». Ciampi sorrise e fece con la mano il segno del «ciao ciao»:}} Io invece la saluto cordialmente.<ref>"Carlo Azeglio Ciampi. L'uomo e il presidente" di Paolo Peluffo</ref>
*L'importante è che nell'andare avanti, si vada avanti con l'orgoglio del passato.<ref>Carlo Azeglio Ciampi, Presidente Emerito della Repubblica e Presidente del Comitato dei Garanti per le celebrazioni del 2011: i giovani ed il valore del passato. Roma, 14/03/2008</ref>
* Io e [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] venivamo raccontati come gli estremi di un pendolo: da una parte Ciampi, l'uomo che difende le istituzioni, e dall'altra parte Berlusconi, l'uomo che delegittima le istituzioni. Mai come oggi mi sento di dire che questa immagine riassume alla perfezione quello che penso.<ref>23 novembre 2009, intervista a La Repubblica</ref>
 
===Dichiarazioni ufficiali===
*Il pluralismo e l’imparzialità dell’informazione non potranno essere conseguenza automatica del progresso tecnologico. Saranno, quindi, necessarie nuove politiche pubbliche per guidare questo imponente processo di trasformazione. [...] Non c’è democrazia senza pluralismo e imparzialità dell’informazione.<ref>[http://www.repubblica.it/online/politica/ciampinuovo/integrale/integrale.html la Repubblica.it]</ref>
*L'unità degli italiani è oggi specialmente necessaria per affermare davanti a tutti i popoli la nostra naturale vocazione, consacrata nella Carta costituzionale, a operare concretamente per la pace, sempre e in ogni luogo.<ref>18 maggio 1999, messaggio al Parlamento</ref>
*Il futuro del nostro Paese è nell'integrazione europea, le prospettive di impegno che vi si presentano sono ampie e stimolanti.<ref>Incontro con i prefetti, 11 dicembre 2001</ref>
*Uomini e nazioni stanno cercando risposte adeguate. Il comune obiettivo è la pace, una pace vera, frutto di leale collaborazione nell'affrontare i problemi del mondo, non di ambiguità e di fallaci impegni.<ref>A proposito dell'incipiente guerra in Iraq; il termine ''fallaci'' fu inteso come una sottile critica alle idee radicali sostenute da [[Oriana Fallaci]]. In ''La forza della ragione'', Rizzoli, della stessa giornalista si legge: "Per carità anzi pietà di Patria sorvolo su quelle {{NDR|sevizie}} compiute dai numi dell'Olimpo Costituzionale che in pubblici discorsi si sono squallidamente abbassati a usare il mio cognome come aggettivo spregiativo, cioè fallaci-inganni, fallaci-illusioni".</ref> (dall'[http://www.quirinale.it/ex_presidenti/Ciampi/Discorsi/Discorso.asp?id=20378 intervento] all'Istituto Universitario Europeo, 26 settembre 2002)
*L'Unione europea non può fermarsi. È sempre più evidente che il presente assetto istituzionale non consente di trainare il convoglio europeo con la necessaria velocità e sicurezza di percorso: ne siamo danneggiati tutti.<ref>5 marzo 2003, Università di Leiden</ref>
*È diffuso in tutta Italia il risveglio dell'amor di Patria, ed è per me naturale dare voce a questo sentimento.<ref>31 dicembre 2003, discorso di fine anno alla Nazione</ref>
*L'[[Italia]] intera è grata ai [[Arma dei Carabinieri|Carabinieri]] per il loro spirito di abnegazione e attaccamento al dovere, garanzia di tutela per il cittadino. L'Italia è grata anche per la meritoria azione svolta in campo internazionale sempre contraddistinta da umanità e fermezza nel rispetto delle civiltà e delle tradizioni. (Dichiarazione per il 191° anniversario dell'Arma dei Carabinieri)
*L'approvazione della Costituzione Ue è la condizione necessaria ad assicurare la governabilità all'[[Europa]] 25. La riforma dell'ONU agirà nell'interesse comune solo se affronterà il funzionamento dell'insieme degli organi societari e con largo consenso. (23 maggio 2005, in occasione dell'incontro con il presidente algerino [[Abdelaziz Bouteflika]])
 
==Citazioni su Carlo Azeglio Ciampi==
*Ciampi fu padre degli italiani. Non fece mai il tifo per questa o quella parte poiché la dominante sempre presente in tutti i suoi ruoli pubblici fu sempre l’interesse generale e quello per i poveri, i deboli, gli esclusi.<ref>[http://www.repubblica.it/politica/2016/09/17/news/un_padre_degli_italiani_attento_ai_piu_deboli_la_sua_vita_all_insegna_di_legalita_e_cultura-147934376 Un padre degli italiani attento ai più deboli. La sua vita all’insegna di legalità e cultura]</ref> ([[Eugenio Scalfari]])
*Mai dimenticando di affermare che lui non era un [[politico]], Carlo Azeglio Ciampi ha restituito alla [[politica]] la sua dignità più alta. ([[Mario Draghi]])<ref>Citato in ''[https://www.ecb.europa.eu/press/key/date/2016/html/sp161114_1.it.html Ciampi a via XX Settembre]'', ''ecb.europa.eu'', 14 novembre 2016, in occasione della commemorazione con dedica a Ciampi di una sala del Ministero dell'economia e delle finanze.</ref>
*{{NDR|Rifiutandosi di stringere la mano al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi}} No grazie, dottore, lei non mi rappresenta. ([[Matteo Salvini]])
Utente anonimo