Differenze tra le versioni di "Oriana Fallaci"

1 964 byte aggiunti ,  4 anni fa
+ citazione proveniente da Islam, aggiustata come da fonte
(Annullata la modifica 808584 di Micione (discussione) è una frasi di rito perché è un parere che potrebbe esprimere chiunque)
(+ citazione proveniente da Islam, aggiustata come da fonte)
*Sai, mi dispiace molto morire. Infatti me ne vado con molti dispiaceri, ma il dispiacere più grosso è averti trovato così tardi e aver passato così poco, troppo poco tempo con te. Non so nemmeno chi eri, com'eri. Di te so soltanto chi sei oggi, una persona nella quale mi riconosco completamente, sebbene io sia completamente diversa da te. (da una lettera a [[Salvatore Fisichella]], maggio 2006<ref name=Fisichella/>)
*{{NDR|Riferito a Benedetto XVI}} Si trova nella situazione più difficile che possa intrappolare un leader del nostro tempo. Difficile da un punto di vista teologico e filosofico. Difficile da un punto di vista politico e umano. [...] Eppure io ho fiducia in lui. Sa, nel mio caso non si tratta di mischiare il diavolo con l'acqua santa: si tratta di esercitare la razionalità.<ref>Dall'[http://www.internetica.it/Oriana-intervista14-8.htm intervista] di Padre Andrzej Majewski, caporedattore della televisione pubblica polacca, riportata in ''Libero'', 14 agosto 2005.</ref>
*Soprattutto non credo alla frode dell'[[Islam]] Moderato. Come protesto nel libro ''Oriana Fallaci intervista sé stessa'' e ne ''L'Apocalisse'', quale Islam Moderato?!? Quello dei mendaci imam che ogni tanto condannano per eccidio ma subito dopo aggiungono una litania di «ma», «però», «nondimeno»? È sufficiente cianciare sulla pace e sulla misericordia per essere considerati Mussulmani Moderati? È sufficiente portare giacche e pantaloni invece del ''djabalah'', blue jeans invece del burka o del chador, per venir definiti Mussulmani Moderati? È un Mussulmano Moderato uno che bastona la propria moglie o le proprie mogli e uccide la figlia se questa si innamora di un cristiano? Cari miei, l'Islam moderato è un'altra invenzione. Un'altra illusione fabbricata dall'ipocrisia, dalla furberia, dalla quislingheria o dalla Realpolitik di chi mente sapendo di mentire. L'Islam Moderato non esiste. E non esiste perché non esiste qualcosa che si chiama Islam Buono e Islam Cattivo.<br/>Esiste l'Islam e basta. E l'Islam è il Corano. Nient'altro che il Corano. E il Corano è il ''Mein Kampf'' di una religione che ha sempre mirato ad eliminare gli altri. Una religione che ha sempre mirato a eliminare gli altri. Una religione che si identifica con la politica, col governare. Che non concede una scheggia d'unghia al libero pensiero, alla libera scelta. Che vuole sostituire la democrazia con la madre di tutti i totalitarismi: la teocrazia.<ref>Da ''[https://books.google.it/books?id=5cBRCgAAQBAJ&pg=PT488&lpg=PT488&dq=%C3%88+sufficiente+cianciare+sulla+pace+e+sulla+misericordia&source=bl&ots=kAyusu83jx&sig=i3jZH20ItoKbQ-FZFbXB4wbecTQ&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwi88Nvu243RAhXICsAKHcXFDS8Q6AEILzAE#v=onepage&q=%C3%88%20sufficiente%20cianciare%20sulla%20pace%20e%20sulla%20misericordia&f=false Le radici dell'odio]'', ''op. cit.''</ref>
*{{NDR|Su ''[[8½]]''}} Tanto lo sappiamo tutti, ormai, che il suo film è autobiografico: sfacciatamente, indiscutibilmente autobiografico. Perfino il cappello di Guido Anselmi è identico al suo. Perfino il modo di buttarsi il cappotto sulle spalle, di camminare, di sorridere. [...] perfino nella stessa capacità di dire bugie. "Menti come respiri", gli dice sua moglie. Oddio: non che a somigliargli lei faccia una gran bella figura. Il ritrattino è spietato: "Pulcinella ipocrita e vigliacco." "Debole, abulico e mistificatore." "Presuntuoso, incerto e imbroglione." "Un tipo che non vuol bene a nessuno." E, per finire, quella ammissione terribile: "Non ho proprio nulla da dire ma lo dico lo stesso".<ref name=felli/>
*Una religione che si identifica con la politica, col governare. Che non concede una scheggia d'unghia al libero pensiero, alla libera scelta. Che vuole sostituire la democrazia con la madre di tutti i totalitarismo: la teocrazia. Come ho scritto nel saggio "Il nemico che trattiamo da amico", è il [[Corano]] non mia zia Carolina che ci chiama «cani infedeli» cioè esseri inferiori poi dice che i cani infedeli puzzano come le scimmie e i cammelli e i maiali. È il Corano non mia zia Carolina che umilia le donne e predica la Guerra Santa, la Jihad. Leggetelo bene, quel "Mein Kampf", E qualunque sia la versione ne ricaverete le stesse conclusioni: tutto il male che i figli di Allah compiono contro di noi e contro sé stessi viene da quel libro. È scritto in quel libro. E se dire questo significa vilipendere l'Islam, Signor Giudice del mio Prossimo Processo, si accomodi pure. Mi condanni pure ad anni di prigione. In prigione continuerò a dire ciò che dico ora. E continuerò a ripetere: «Sveglia, Occidente, sveglia! Ci hanno dichiarato la guerra, siamo in guerra! E alla guerra bisogna combattere».<ref name=anntay/>
*Oriana Fallaci, ''La forza della ragione'', Rizzoli, Milano, 2004. ISBN 8817002968
*Oriana Fallaci, ''La rabbia e l'orgoglio'', Rizzoli, Milano, 2001. ISBN 881786983X
*Oriana Fallaci, ''Le radici dell'odio. La mia verità sull'islam'', Rizzoli, Milano, 2015. ISBN 978-88-17-08428-4
*Oriana Fallaci, ''Lettera a un bambino mai nato'', Rizzoli, Milano, 1975. ISBN 881715010X
*Oriana Fallaci, ''Niente e così sia'', Rizzoli, Milano, 1997. ISBN 8817150126