Differenze tra le versioni di "The Wolf of Wall Street"

fix
(fix)
*Il mio nome è Jordan Belfort. Non il suo. Il mio. Esatto. Sono un ex membro della classe media cresciuto da due ragionieri in un piccolo appartamento di Bayside, a Queens. L'anno in cui ho compiuto ventisei anni, a capo della mia ditta di brokeraggio, ho guadagnato quarantanove milioni di dollari, il che mi ha fatto incazzare perché con altri tre arrivavo a un milione a settimana. ('''Jordan''')
 
*Inoltre, gioco d'azzardo come un degenerato, bevo come una spugna, mi sbatto le puttane all'incirca cinque o sei volte a settimana. Ci sono tre diverse agenzie federali che cercano di incriminarmi. Ah si. Adoro le droghe ('''Jordan''')
 
*Prendo [[Metaqualone|Quaalude]] dieci o quindici volte al giorno per il mio "mal di schiena", [[Anfetamina|Adderall]] per restare concentrato, [[Alprazolam|Xanax]] per allentare la tensione, erba per rilassarmi, [[cocaina]] per una nuova sferzata e [[morfina]]... perché è eccezionale. [...] Ma di tutte le droghe sotto l'azzurro immenso cielo ce n'è una che è in assoluto la mia preferita. In quantità sufficiente questa ti rende indicibile, capace di conquistare il mondo e di sventrare i tuoi nemici. E non sto parlando di cocaina. {{NDR|mostrando una banconota}} Sto parlando di questi. I soldi non vi comprano solo una vita migliore, cibo migliore, macchine migliori, fiche migliori. Vi rendono anche un persona migliore. Potete essere generosi con la chiesa, o con il partito politico che preferite, potete anche salvare quel cazzo di gufo maculato. Io ho sempre voluto essere ricco. ('''Jordan''')
 
*Volete sapere come è il rumore dei soldi? Andate in una sala operativa di Wall Street: "fanculo qua", "merda là", "fica", "cazzo", "stronzo"... Non ci potevo credere che quei tizi si parlassero così. Ne fui conquistato in pochi secondi. Era come se mi stessi facendo di adrenalina. ('''Jordan''')
 
*John, una cosa che ti posso garantire, anche in questo mercato, è che io non chiedo mai ai miei clienti di giudicarmi per i profitti, gli chiedo di giudicarmi le perdite perchè ne ho davvero poche. ('''Jordan''')
*'''Jordan''': Signor Hanna, lei è capace di... drogarsi durante il giorno e fare il suo lavoro allo stesso tempo?<br>'''Mark Hanna''': E beh, come cazzo lo fai sennò questo lavoro? Cocaina e troie, amico mio!<br>'''Jordan''': Giusto.
 
*'''Mark Hanna''': [[Regole dai film|Regola]] numero uno: spostare i soldi dalle tasche del tuo cliente e metterli nelle tue. <br /> '''Jordan''': Certo. Ma se ne fai entrare un po' nelle tasche del tuo cliente è vantaggioso per tutti, giusto? <br /> '''Mark Hanna''': No. Ehi, regola numero uno a Wall Street: nessuno, ok se sei [[Warren BuffetBuffett]] forse si, nessuno sa se la borsa va sù o giù, o di lato o in circolo, meno che mai i broker. È tutto un fughezii. Lo sai cosa vuol dire fughezii? <br> '''Jordan''': Emh, fugazi. Sì, che è falso. <br /> '''Mark Hanna''': Ok, fughezi, fugazi, fugace, volante. Polvere di stelle. Non esiste, non tocca terra, non ha importanza, non è sulla tavola degli elementi, non... non è reale, capito?
 
*'''Mark Hanna''': Ci sono due segreti per avere successo, nel mondo dei broker. Primo di tutto, devi essere rilassato. <br> '''Jordan''': Si. <br> '''Mark Hanna''': Ti fai le seghe? <br> '''Jordan''': Se mi faccio le seghe? Si, si, me le faccio, certo. <br> '''Mark Hanna''': Quante a settimana? <br> '''Jordan''': Direi 3 o 4, 3 o 4 volte, forse 5. <br> '''Mark Hanna''': Puoi aumentare, sono numeri da novellino in questo ambiente. Personalmente me ne faccio almeno due volte al giorno. <br> '''Jordan''': Wow. <br> '''Mark Hanna''': Una alla mattina, dopo la ginnastica, e poi dopo pranzo. <br> '''Jordan''': Sul serio? <br> '''Mark Hanna''': Um-um. Ne ho voglia, ma non lo faccio per questo. Lo faccio perchè mi serve, cazzo. Pensaci bene. Hai a che fare con i numeri tutto il giorno. Punti decimali, alti frequenze. bang bang, hi hi hi hi, fa tutti i numeri... Sono cazzi acidi per la materia grigia che abbiamo in testa. Ah, chiaro, certa gente sballa di brutto. Con una toccatina mantieni il sangue fluido, mantieni il ritmo in mezzo alle gambe. <br> '''Jordan''': Certo. <br> '''Mark Hanna''': Non è un consiglio, è una ricetta, fidati. Se non lo fai, non hai più equilibrio, ti spacchi il culo e crolli come uno stronzo. O peggo ancora, l'ho visto succedere, implodi. <br> '''Jordan''': No, non voglio implodere, signore. <br> '''Mark Hanna''':O no, certo che no. <br> '''Jordan''': Voglio restare qui a lungo. <br> '''Mark Hanna''': Si, le implosioni sono brutte. <br> '''Jordan''': Già. <br> '''Mark Hanna''': Precipitati in bagno e fattene una ogni volta che puoi. E quando sarai diventato bravo, strofinatelo a sangue pensando ai soldi. Il secondo segreto per il successo in questo mondo è questa bambolina chiamata cocaina. <br> '''Jordan''': Già. <br> '''Mark Hanna''': Ti manterrà il cervello sveglio, e le tue dita sulla tastiera del telefono si muoveranno più svelte, il che va bene per me.