Carne: differenze tra le versioni

377 byte aggiunti ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Citazioni sulla '''carne'''.
 
==Citazioni==
*Da sempre, appena sono stato in grado di scegliere il mio cibo, non tocco un boccone di carne e, anzi più passa il tempo, più l'idea stessa mi ripugna. Non metto in dubbio che il suo gusto possa risultare piacevole. Ma può il criterio della bontà del gusto giustificare eticamente ogni atto con il quale ci procuriamo il cibo? Mi viene in mente un episodio che si racconta circa le avventure del celebre esploratore [[David Livingstone]]. Nel corso delle sue spedizioni africane egli incontra un'anziana di una tribù antropofaga che morde con gusto, appunto, il piccolo dito di un bambino. Livingstone prova orrore per la scena [...] e la risposta della cannibale, che pare addirittura mostrare un certo stupore, è: "Se sapesse com'è buono!". ([[Umberto Veronesi]])
*Da un lato una piccola leccornia per gli uomini, dall'altro infinite e terribili sofferenze per gli animali. ([[Helmut F. Kaplan]])
*Di carne ne mangio poca. È un piccolo pacchetto di proteine troppo costoso per gli equilibri del nostro pianeta. ([[Margaret Atwood]])
*E coloro che desiderano ardentemente sanno che tutta la carne che essi lacerano deve – presto o tardi – essere riparata con la loro carne; ed ogni osso che essi schiacciano dev'essere ricostruito con le loro ossa; ed ogni goccia di sangue che essi versano dev'essere rimpiazzata dal loro sangue. Poiché, tale è la legge della carne. ([[Mikha'il Nu'ayma]])
*Ebbene il Signore vi darà carne e voi ne mangerete. Ne mangerete non per un giorno, non per due giorni, non per cinque giorni, non per dieci giorni, non per venti giorni, ma per un mese intero, finché vi esca dalle narici e vi venga a noia, perché avete respinto il Signore che è in mezzo a voi e avete pianto davanti a lui, dicendo: Perché siamo usciti dall'Egitto? (''[[Numeri (Bibbia)|Numeri]]'')
*Ho sempre mangiato la carne con un pizzico di cattiva coscienza. ([[Albert Einstein]])