Differenze tra le versioni di "Mr. Robot"

16 796 byte rimossi ,  3 anni fa
{{incipit serie televisive}}
Ehi amico. Ehi amico. Non mi piace. Forse dovrei darti un nome ma è una strada pericolosa: esisti solo nella mia testa, ricordiamocelo. Merda! È successo davvero, sto parlando a qualcuno che non esiste. Quello che sto per dirti è top secret. Si tratta di una cospirazione gigantesca. C'è un gruppo di persone potenti che governa il mondo in segreto. Parlo di gente che nessuno conosce, di persone invisibili. L'1% più ricco dell'1% più ricco del mondo che gioca a fare Dio e ora credo che mi stiano seguendo. ('''Elliot''') {{NDR|voce fuori campo}}
 
==Stagione 1==
Elliot Alderson: Mi piaceva venire qui perchè il wi-fi è veloce, è uno dei pochi posti che ha un connessione in fibra con velocità a GB…è buona…cosi buona che ha solleticato quella zona della mia mente che ritiene che non esiste qualcosa di buona senza del marcio, quindi ho cominciato ad intercettare il traffico sulla vostra rete, ho notato qualcosa di un pò strano ed ho deciso di hackerarti….
 
Ron: Hackerarmi ?!?
 
So che hai un sito che si chiama ” I Ragazzi di Platone” stai usando il network Tor rendere i tuoi server anonimi e rendere molto difficile rintracciarti, ma io c’è l’ho fatta Il protocollo di onion routing non è così anonimo come pensi. Chiunque controlli i nodi può controllare anche tutto il traffico, e questo mi rende quello che ti controlla.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Capisco come è essere diversi. Anche io sono molto diverso. Cioè, non mi faccio le seghe guardando le foto di bambini… Ma non so come si parla alle persone. Mio papà era l’unico con cui riuscivo a parlare. Ma è morto.
 
—————————————————————————————————————
 
Krista Gordon: Perché la società ti delude in questo modo?
 
Elliot Alderson: Oh non lo sò…Forse il fatto che tutti pensiamo Steve Jobs fosse un grand’uomo, anche dopo aver saputo che ha fatto miliardi sulla pelle dei bambini? Oppure perché ormai sappiamo che tutti nostri eroi siano dei falsi. Tutto il mondo è un gran imbroglio. Ci spammiamo l’un l’altro intere cronache su delle stronzate mascherandone da opinioni, usando i social media come surrogato dell’intimità. Forse abbiamo votato perché fosse così? Non con le elezioni, ma con le cose, le proprietà i soldi. Non è una novità sappiamo perché lo facciamo, non certo perché i libri di Hunger Games ci rendano felici… Ma perché desideriamo essere sedati. Perché fa molto male non far finta… Perché siamo dei codardi. Fanculo la società.
 
Krista Gordon: Elliot…. Elliot perché non parli ? Che cosa c’è che non va ?
 
Elliot Alderson: Niente..
 
—————————————————————————————————————
 
Tyler Wellick: Bonsoir Elliot. Dai a un uomo un’arma e rapina era una banca. Dai a un uomo una banca e rapina era il mondo. È una frase un po’ banale in realtà…un po’ riduttiva..eppure mi piace ! Per lo stesso motivo per cui la gente la odia, perché per me significa che il potere appartiene a chi se lo sa prendere. Non ha niente a che vedere con il lavoro duro, le ambizioni o i giusti requisiti…no..Spesso l’unica cosa che serve davvero è il semplice desiderio di possederlo.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: A volte, sogno di salvare il mondo. Di salvare tutti dalla mano invisibile, quella che ci emarchia con un tesserino da impiegati. Quella che ci obbliga a lavorare per loro. Quella che ci controlla ogni giorno senza che noi ce ne rendiamo conto. Non riesco a fermarla. Non sono così speciale. Sono una persona anonima. Una persona sola. Se non fosse per Qwerty, sarei completamente vuoto. Odio quando non riesco a controllare la mia solitudine. Le crisi di pianto arrivano troppo spesso, una settimana si e una no. Che fanno le persone normali quando sono così tristi? Immagino che vadano da gli amici o dai parenti. Io non posso farlo. Io mi faccio di morfina. Il segreto per farsi di morfina senza diventare un drogato è di limitarsi a 30 milligrammi al giorno. Se ne prendi di più diventi dipendente. Controllo la purezza di ogni pillola. Ho pasticche da 8mg di Suboxone se dovessi andare in astinenza. Merda è finito di nuovo !
 
—————————————————————————————————————
 
Mr Robot: Mio padre era un ladruncolo. Non riusciva a tenersi un lavoro cosi’ rubava… Negozietti, minimarket roba di questo genere. Un giorno mi disse una cosa che non dimenticherò mai, mi disse: “Tutti quanti rubiamo, è così che vanno le cose, credi che tutti la fuori abbiano ciò che si meritano? No, vengono pagati troppo o troppo poco e c’e’ qualcuno nella catena che resta sempre fregato… Io rubo figliolo ma non mi prendono e’ il mio contratto con la società se riesci a prendermi perché rubo andrò in prigione altrimenti me li sarò guadagnati…”. Lo rispettavo mio padre, credevo che quella roba fosse forte quando ero piccolo… Poi qualche anno dopo lo beccarono, lo misero in galera e dopo 5 anni e’ morto, e con lui il mio rispetto… E pensavo che fosse libero facendo cosi’, ma non lo era, era in prigione esattamente come te Elliot ma io ti aiuterò a fuggire.
 
—————————————————————————————————————
 
Mr Robot: Soldi. Non sono più reali da quando abbiamo abbandonato il sistema aureo. Sono diventati virtuali. Sono un software. Il sistema operativo del mondo. Elliot, siamo sul punto di abbattere finalmente questa realtà virtuale. Pensaci.Che succederebbe se abbattessimo un conglomerato?. Un conglomerato cosi radicato in profondità nell’economia mondiale, che dire che è “troppo grande per fallire”non si avvicina neanche a descriverlo.
 
—————————————————————————————————————
 
Fernando Vera: Mi ricordi me quando ero più giovane, depresso e incazzato, ho anche cercato di ammazzarmi un paio di volte….Non ci sono mai riuscito…La biologia non era il mio forte…mi odiavo amico e mi odio ancora. Per un sacco di tempo ho creduto che fosse una debolezza….poi ho capito che era la mia forza. Le persone credono di sapere benissimo cos’è l’odio..No. Nessuno può saperlo finché non odia se stesso. Non si odia veramente. Questa è forza.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Molti programmatori credono che eseguire un debug significhi correggere un errore. Ma è una stronzata. In realtà significa trovare l’errore e capire perché esiste, tanto per cominciare. Bisogna sapere che se c’è non è una coincidenza. È li per te. Contiene un messaggio. Come una bolla che sale casualmente in superficie e scoppia rivelandoti un segreto che tu sapevi già da tempo. Non so perché sto dicendo queste cose. Forse perché sono strafatto di droga che fa arricchire gli spacciatori legali come “Eli Lilly”, ma di solito è perché ho un presentimento. È come un insetto che ronza attorno a me per infastidirmi fino a costringermi a prendere una decisione. Accettami o uccidimi. Ma forse sto delirando. Non pensavo di svegliarmi con queste due donne che mi fissano.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Un bug non è mai solo un errore. È qualcosa di più….Un pensiero sbagliato che ti rende quello che sei….
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Mr Robot ha trovato i bug della Evil Corp ma non ha trovato il mio. L’unico modo che ho per proteggermi è non mostrare mai il mio codice sorgente. Mi devo isolare. Devo creare il mio labirinto freddo
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: È questo il mondo in cui viviamo. La gente confida negli errori altrui. Per man a vicenda ed usarsi a vicenda….e anche per relazionarsi….Un fortevole e caotico moto dell’umanità.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Il bug costringe il software ad adattarsi, lo costringe ad evolversi in qualcos’altro, aggirando l’ostacolo o superandolo. Comunque diventando una cosa nuova…la versione successiva. L’inevitabile upgrade.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: C’è un detto….il diavolo è più forte quando guardiamo altrove…Come un programma che lavora in breakdown…silenzioso.. mentre noi siamo impegnati a fare qualche cazzata…Demoni li chiamano, lavorano senza stabilire interazioni con l’utente, monitoraggio, accessi, notifiche…impulsi primari, ricordi rimossi, abitudini inconsce…sono sempre presenti, sempre attivi, possiamo tentare di fare la cosa giusta…di comportarci bene…possiamo provare a fare la differenza…sono tutte stronzate perché le intenzioni sono irrilevanti..non sono loro a guidarci sono i demoni e io ne ho più di chiunque altro.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Ipersensibilità alle luci e ai rumori, poi una paranoia opprimente seguita da più cupa delle depressioni, i sintomi possono persistere per un po di settimane ammesso che io duri cosi a lungo. Si…so cosa mi aspetta…non avercela con me..so di aver sbagliato..ma sto per cambiare il mondo…sto per cambiare il mondo…
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Forse è stato intenzionale…il mio subconscio lavora in breakdown e mi fa dubitare della cosa di cui ho convinto tutti… mi trasforma nella manifestazione fisica della mia paura di essere…
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Pensaci Bill…
 
Bill: E a che devo pensare…?
 
Elliot Alderson: Se tu morissi..importerebbe a qualcuno ? Gli importerebbe davvero ? Si..magari piangerebbero per un giorno..ma siamo onesti non gliene fregerebbe niente..Niente..Quei pochi che si sentirebbero obbligati a venire al tuo funerale…probabilmente verrebbero controvoglia e se ne andrebbero il prima possibile…Ecco chi sei…Ecco cosa sei…Non sei niente..Per nessuno, non vali niente prova a pensarci Bill perché se ci pensi e accetti questa cosa capirai che dico la verità…quindi invece di farmi perdere altro tempo fammi parlare con una persona importante…Perché tu Bill non conti niente.
 
—————————————————————————————————————
 
Tyler Wellick: Mi colpisce il fatto che tu sia venuto fin qui la Allsafe è spacciata ma tu non la abbandoni, siamo uguali. Due perfezionisti..Questo camaeriere lo vedo qui da almeno…sette anni..Sarà sulla cinquantina..magari ha figli, è divorziato si è divorziato ed ha avuto altri figli…E mi domando.. Che cosa pensa di se stesso ? Guadagnerà trentamila dollari l’anno ha un utilitaria che deve ancora finire di pagare, un appartamento di due stanze, gli assegni familiari…usa i coupon…io non la sopporterei una vita del genere…la via di un povero scarafaggio la cui massima aspirazione è servirmi dell’insalata.
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Ancora la maledetta astinenza…o sarà Tyler Wellick ? Mi prende in giro.. a che gioco giochiamo. Io sono il suo malware…
 
—————————————————————————————————————
 
Elliot Alderson: Mi sono sciacquato la faccia…Non si respira qui dentro
 
Tyler Wellick: So che hai incastrato tu Terry Colby
 
Elliot Alderson: No.. io..
 
Tyler Wellick: Tuo padre lavorava alla Evil Corp prima di morire, è di dominio pubblico
 
Elliot Alderson: Non ti denunciero se è questo che ti preoccupa, non ho nemmeno le prove…e anche se le avessi non mi importa niente..volevo scoprire il tuo punto debole e l’ho trovato…La vendetta..Cosi ordinario, come il nostro cameriere, ma anche chi è fuori dal ordinario, e penso che tu lo sia, a volte può cadere nella banalità, siamo tutti umani, eccetto me ovviamente….Scherzavo Elliot…Goditi il lungo viaggio del ritorno io ho l’elicottero che mi riporterà a New York, mi raccomando fai il bravo.
 
—————————————————————————————————————
 
===Episodio 3, ''Il bug''===
*Molti programmatori pensano che debuggare un software significhi correggere un errore. Ma è una cazzata. Il debugging sta tutto nel trovare il bug. Nel comprendere perché il bug fosse lì. Bisogna essere consapevoli che la sua esistenza non è stata un incidente. Ma che è venuto da te per consegnare un messaggio. Come un'ignara bollicina che galleggia fino in superficie per poi scoppiare con la rivelazione di cui segretamente eri già consapevole. Non so perché sto dicendo queste cose. Forse perché sono fatto di qualche droga con cui gli spacciatori legalizzati come Eli Lilly fanno soldi oggigiorno. Ma di solito è perché si sente che sta arrivando. Un insetto che ronza verso di me. Per infastidirmi, fino a forzami a prendere una decisione. Uccidimi o accettami. Oppure sto semplicemente delirando, perché non avrei mai pensato di svegliarmi e trovare queste due donne che mi fissano. ('''Elliot''')
 
*Un bug non è mai solo un errore. Rappresenta qualcosa di più grande. Un errore di ragionamento. Che ti rende come sei. ('''Elliot''')
 
*Questo è il mondo in cui viviamo. Le persone contano sugli errori altrui. Per manipolarsi e usarsi a vicenda. Anche per relazionarsi. Un caldo e caotico cerchio di umanità. ('''Elliot''')
 
*Mr. Robot avrà trovato i bug della Evil Corp, ma non ha trovato i miei. È l'unico modo che ho per proteggermi. Mai mostrare il codice sorgente. Chiudermi. Creare il mio freddo e perfetto labirinto dove nessuno potrà mai trovarmi. ('''Elliot''')
 
*Mi era sempre sfuggito il bug di Shayla. Forse l'avevo trovato. La voglia di normalità mentre si è bloccati ai suoi margini, senza sapere come parteciparvi. Proprio come me. ('''Elliot''')
 
*Di solito i bug hanno una cattiva reputazione, ma a volte, quando finalmente un bug decide di mostrarsi, può essere inebriante. Come se si fosse appena sbloccato qualcosa. Una grossa opportunità che aspettava di essere sfruttata. Perché, alla fine, l'unico scopo di un bug, l'unico motivo per cui esiste, è quello di essere un errore che deve essere corretto, di aiutarti a rendere giusto qualcosa di sbagliato. C'è una sensazione migliore di quella? ('''Elliot''')
 
*Il bug costringe il software ad adattarsi, per causa sua deve evolvere in qualcosa di nuovo. Deve aggirare l'ostacolo o superarlo. Qualsiasi cosa accada si trasforma. Diventa qualcosa di nuovo. La versione successiva. L'inevitabile upgrade. ('''Elliot''')
 
===Episodio 5, ''La Missione''===
*Pensaci, Bill. Se tu morissi... importerebbe a qualcuno? Importerebbe davvero a qualcuno? Forse piangerebbero per qualche giorno. Ma siamo onesti, non fregherebbe un cazzo a nessuno. È vero. Quelle poche persone che si sentirebbero obbligate a venire al tuo funerale, probabilmente sarebbero infastidite. E se ne andrebbero prima possibile. Ecco chi sei. Ecco cosa sei. Non sei nessuno. Per nessuno. Per tutti. Pensaci, Bill. Perché se lo fai... se permetti a te stesso di farlo... saprai che ti sto dicendo la verità. Quindi invece di farmi perdere altro tempo, ho bisogno che tu chiami qualcuno che conta. Perché Bill... tu non conti nulla. ('''Elliot''')
 
*Un giorno mio padre venne a prendermi a scuola e mi portò al mare. Era troppo freddo per fare il bagno, così ci sedemmo sull’asciugamano a mangiare la pizza. Quando tornai a casa avevo le scarpe piene di sabbia e sporcai il pavimento della mia stanza. Avevo sei anni neanche me ne accorsi. Mia madre mi sgridò per tutto quel casino, invece lui non era arrabbiato. Disse che miliardi di anni fa, la rotazione della terra e il movimento degli oceani avevano portato quella sabbia in quel punto della spiaggia e che io l’avevo portata via. Disse: “Tutti i giorni cambiamo il mondo”, ma non riesco a pensare in quanti giorni di quante vite riuscirei a portare una scarpa piena di sabbia a casa fino a svuotare la spiaggia, finché questo non faccia la differenza. Tutti i giorni cambiamo il mondo, ma perché il cambiamento sia significativo ci vuole più tempo di quanto ne abbiamo. Non accade mai niente in una sola volta. E’ lento, è metodico, è estenuante, non tutti abbiamo lo stomaco per farlo. ('''Elliot''')
 
 
FONTI : http://ermirto.altervista.org/mr-robot-frasi-citazioni-stagione/
 
==Altri progetti==
Utente anonimo