Differenze tra le versioni di "Oriana Fallaci"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  4 anni fa
m
 
===[[Explicit]]===
Spero che i miei consigli ti siano serviti. Spero che tu non abbia mai urlato l'atroce bestemmia "perché‚ sono nato?". Spero che tu abbia concluso che ne valeva la pena: a costo di soffrire, a costo di morire. Sono così orgogliosa d'averti tirato fuori dal nulla a costo di soffrire, a costo di morire. Fa davvero freddo e il soffitto bianco ora é proprio nero. Ma siamo arrivati, ecco la magnolia. Cogli un fiore. Io non ci sono mai riuscita, tu ci riuscirai. Alzati sulla punta dei piedi, allunga un braccio. Così.Dove sei? Eri qui, mi sorreggevi, eri grande, eri un uomo. E ora non ci sei più. C'è solo un bicchiere di alcool dentro il quale galleggia qualcosa che non volle diventare un uomo, una donna, che non aiutai a diventare un uomo, una donna. Perché avrei dovuto, mi chiedi, perché avresti dovuto? Ma perché la vita esiste, bambino! Mi passa il freddo a dire che la vita esiste, mi passa il sonno, mi sento io la vita. Guarda, s'accende una luce... Si odono voci... Qualcuno corre, grida, si dispera... Ma altrove nascono mille, centomila bambini e mamme di futuri bambini: la vita non ha bisogno né di te né di me. Tu sei morto. Forse muoio anch'io.<ref>Dalla trentasettesima edizione in poi, modificata in «'''Ora''' muoio anch'io», così come appariva nelle bozze originali. Per maggiori dettagli, si veda Francesco Cevasco, ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/1993/settembre/21/Oriana_libro_voce_co_0_93092113975.shtml Oriana, il libro, la voce]'', ''Corriere della seraSera'', 21 settembre 1993, pp. 25-26)</ref> Ma non conta. Perché la vita non muore.
 
==''Niente e così sia''==
2 792

contributi