Differenze tra le versioni di "Gilbert Keith Chesterton"

m
nessun oggetto della modifica
m
m
*La cosa più saggia del mondo è [[gridare]] prima del danno. Gridare dopo che il danno è avvenuto non serve a nulla, specie se il danno è una ferita mortale. (da ''Eugenetica e altri malanni'')
*La dignità dell'[[artista]] sta nel suo dovere di tener vivo il senso di meraviglia nel mondo. (da ''Generally Speaking'')
*La donna media è a capo di qualcosa di cui può fare ciò che vuole; l'[[uomo medio]] deve obbedire agli ordini e nient'altro. (da ''All thing considered'')
*La [[famiglia]] è il test della [[libertà]], perché è l'unica cosa che l'uomo libero fa da sé e per sé. (da ''Fancies versus fads'')
*La [[felicità]] non è affatto una forma di soddisfazione o compiacimento: non è serenità o contentezza, come ho creduto fino ad oggi. La felicità non porta la pace, ma una spada: ti scuote come un lancio di dadi sul quale hai puntato tutto, toglie la parola e annebbia la vista. La felicità è più forte di se stessi e poggia il suo piede con fermezza sulla tua testa. <ref> Citato nella postfazione a Gilbert Keith Chesterton, ''La Ballata del Cavallo Bianco'', Raffaelli Editore, Seconda Edizione 2011, a cura di Annalisa Teggi e Marco Antonellini, postfazione di Marica Ferri, p. 163. </ref>
2 792

contributi