Differenze tra le versioni di "Vangelo secondo Marco"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  4 anni fa
m
(qui da Pietro)
*Prendendo allora la parola Pietro disse a [[Gesù]]: «Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende: una per te, una per Mosè ed una per Elìa». (9, 5)
*E mentre partiva da Gerico insieme ai discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Costui, al sentire che c'era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: "Figlio di [[Davide (Bibbia)|Davide]], Gesù, abbi pietà di me!". Molti lo sgridavano per farlo tacere, ma egli gridava più forte: "Figlio di Davide, abbi pietà di me!". Allora Gesù si fermò e disse: "Chiamatelo!". E chiamarono il cieco dicendogli: "Coraggio! Alzati, ti chiama!". Egli, gettato via il mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: "Che vuoi che io ti faccia?". E il cieco a lui: "Rabbunì, che io riabbia la vista!". E Gesù gli disse: "Và, la tua fede ti ha salvato". E subito riacquistò la vista e prese a seguirlo per la strada. (10, 46 – 52)
*Allora [[Pietro apostolo|Pietro]] gli {{NDR|a Gesù}} disse: «Anche se tutti saranno scandalizzati, io non lo sarò». […] Ma egli {{NDR|Pietro}}, con grande insistenza diceva: «Se anche dovessi morire con te non ti rinnegherò». (14, 28 – 31)
*Quando si avvicinarono a [[Gerusalemme]], verso Befane e Betania, presso il monte degli Ulivi, {{NDR|Gesù}} mandò due dei suoi discepoli e disse loro: «Andate nel villaggio che vi sta di fronte, e subito entrando in esso troverete un [[asino|asinello]] legato, sul quale nessuno è mai salito. Scioglietelo e conducetelo. E se qualcuno vi dirà: "Perché fate questo", rispondete: "il Signore ne ha bisogno, ma lo rimanderà qui subito".» [...] Essi condussero l'asinello da Gesù, e vi gettarono sopra i loro mantelli, ed egli vi montò sopra. (11, 1 – 7)<ref>Anche in [[Matteo apostolo ed evangelista|Matteo]] (21, 1 – 9).</ref>
*Allora [[Pietro apostolo|Pietro]] gli {{NDR|a Gesù}} disse: «Anche se tutti saranno scandalizzati, io non lo sarò». […] Ma egli {{NDR|Pietro}}, con grande insistenza diceva: «Se anche dovessi morire con te non ti rinnegherò». (14, 28 – 31)
*Giunsero intanto a un podere chiamato [[Getsemani|Getsemani]], ed egli disse ai suoi discepoli: "Sedetevi qui, mentre io prego". Prese con sé [[Pietro apostolo|Pietro]], [[Giacomo il Maggiore|Giacomo]] e [[Giovanni apostolo ed evangelista|Giovanni]] e cominciò a sentire paura e angoscia. Gesù disse loro: "La mia anima è triste fino alla morte. Restate qui e vegliate". Poi, andato un po' innanzi, si gettò a terra e pregava che, se fosse possibile, passasse da lui quell'ora. (14, 32 – 35)
*Tutti allora, abbandonandolo, fuggirono. Un giovanetto però lo seguiva, rivestito soltanto di un lenzuolo, e lo fermarono. Ma egli, lasciato il lenzuolo, fuggì via nudo.<ref>Si suppone che il giovanetto qui menzionato sia lo stesso evangelista (cfr. [[w:Marco evangelista#Vita]]).</ref> (14, 50 – 52)
26 888

contributi