Differenze tra le versioni di "Alessandro Del Piero"

+2
(Annullata la modifica 795746 di 93.33.240.235 (discussione) la partita è del 2002...)
(+2)
==Citazioni di Alessandro Del Piero==
{{cronologico}}
*{{NDR|Rispondendo ad alcune critiche sul suo rendimento nel 2000}} La Juve si è sempre aspettata molto da me ed è giusto. Il mio ingaggio alto non credo possa costituire un problema [...]. Il mio contratto non è solo calcistico e credo che sotto l'aspetto commerciale la Juventus abbia ottimi ritorni dall'accordo sottoscritto con me. C'è un forte legame tra me e la Juventus, e tra i tifosi e me.<ref>Citato in ''[http://www.repubblica.it/online/sport/piero/piero/piero.html Del Piero replica ad Agnelli "È stata un'uscita infelice"]'', ''Repubblica.it'', 8 agosto 2000.</ref>
*Non era rigore ma non ho fatto in tempo a dirlo all'arbitro.<ref>Dopo la partita Chievo - Juventus (1-3) del 27 gennaio 2002, riferito al rigore dell'1-3 da lui trasformato; citato in ''Nostra Signora del Dischetto. Peccati d'area e miracoli arbitrali: storia dei rigori dati (e regalati) alla Juve nei Campionati a girone unico'', di Luigi Garlando, Kowalski editore, 2005, p. 225 e [https://books.google.it/books?id=r6P2rpRD85YC&lpg=PP1&hl=it&pg=PA266 266]. ISBN 8874967012</ref>
*{{NDR|Dopo l'uscita dal Mondiale 2002, dopo la sconfitta ai tempi supplementari contro la Corea del Sud}} Uso termini teneri per evitare squalifiche, ma è inutile nasconderlo. Ci sentiamo derubati. In undici anni di carriera non mi sono mai lamentato degli arbitri e anche nei giorni scorsi dicevo a tutti: ci hanno tolto 4 gol ma vedrete che, magari inconsciamente, potremmo avere delle compensazioni nelle prossime partite, invece è successo quello che è successo. Sono troppi i casi a nostro sfavore successi in questo Mondiale per pensare solo a coincidenze. In precedenza siamo riusciti a salvarci, stavolta no: dovremo rivedere tutti questi episodi. Volevamo realizzare un'impresa che all'Italia è riuscita una volta sola negli ultimi 70 anni. Il grande rammarico viene dalla consapevolezza che avevamo molti degli ingredienti che servono per vincere, forse tutti.<ref>Citato in Luigi Garlando, ''[http://archiviostorico.gazzetta.it/2002/giugno/19/voluto_farci_fuori__ga_0_0206195387.shtml «Ha voluto farci fuori»]'', ''Gazzetta dello Sport'', 19 giugno 2002.</ref>
*{{NDR|[[Gianni Agnelli]]}} Aveva una grande capacità di giudicare perché era un profondo conoscitore del mondo del calcio e non parlava mai a caso.<ref>Citato in ''[http://web.archive.org/web/20050607075810/http://www.raisport.rai.it/pub/sezione/stampaArticolo/1,7140,3446,00.html Un campione di sport]'', ''Raisport.rai.it''.</ref>
*Un cavaliere non lascia mai una Signora.<ref>Citato in [[Roberto Perrone]], ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2005/settembre/01/sfida_piu_difficile_Alex_Del_co_8_050901011.shtml La sfida più difficile di Alex Del Piero]'', ''Corriere della Sera'', 1° settembre 2005.</ref>