Differenze tra le versioni di "Alfonso"

121 byte rimossi ,  5 anni fa
→‎Citazioni su Alfonso: questa non c'entra con Alfonso
(sposto in voce su Ferruccio Alessandri, + fix vari)
(→‎Citazioni su Alfonso: questa non c'entra con Alfonso)
 
 
== Citazioni su Alfonso ==
*Alfonso [...] è nato all'anagrafe del fumetto come Mostralfonso. Crescendo, deve aver visto che in fin dei conti gli uomini, in certe occasioni, sono più mostruosi di lui, ed è rimasto semplicemente quell'Alfonso che ora sbuca anche dalle pagine del "Corriere dei Piccoli" [...] Da ''Mostralfonso'' ad ''Alfonso'': è cambiata la società, o si è integrato lo yeti?<ref name="ArticoloMontanari"/><!--{{cita web|url=http://www.webalice.it/antoniomontanari1/arch.2004/arch1/arch/arch.512.html
*Il re è nudo e nessuno se ne accorge. Perché lo si veda occorre l'occhio dell'innocente. Nella favola l'innocente era il bambino, ma allora non c'era né [[televisione]], né [[consumismo]] ad oltranza, né condizionamenti [[pubblicità|pubblicitari]]. Per l'[[innocenza]] ormai occorre un [[mostro]]. Un mostro, naturalmente, secondo il punto di vista abitudinario di noi mostri. ([[Ferruccio Alessandri]])
*Qualsiasi [[società]] si fonda sulla omogeneità del gruppo e rifiuta i corpi estranei.<ref name="ArticoloMontanari"><!--{{cita web|url=http://www.webalice.it/antoniomontanari1/arch.2004/arch1/arch/arch.512.html
|cognome=Montanari|nome=Antonio|titolo=Articolo su Romano Garofalo|opera=Riministoria|anno=1991|accesso=03-01-2008}}--> Antonio Montanari. [http://www.webalice.it/antoniomontanari1/arch.2004/arch1/arch/arch.512.html Articolo su Romano Garofalo] in ''Riministoria''. 1991. <small>URL consultato il 03-01-2008.</small></ref>
*Il re è nudo e nessuno se ne accorge. Perché lo si veda occorre l'occhio dell'innocente. Nella favola l'innocente era il bambino, ma allora non c'era né [[televisione]], né [[consumismo]] ad oltranza, né condizionamenti [[pubblicità|pubblicitari]]. Per l'[[innocenza]] ormai occorre un [[mostro]]. Un mostro, naturalmente, secondo il punto di vista abitudinario di noi mostri. ([[Ferruccio Alessandri]])
*Se [[Gustave Flaubert]] poteva dire ''Madame Bovary c'est moi'', forse la stessa cosa può dire Garofalo di Alfonso, al quale con la sua capigliatura rassomiglia vagamente.<ref name="ArticoloMontanari"/>