Differenze tra le versioni di "Risata e pianto"

m
nessun oggetto della modifica
(Creata pagina con "{{voce tematica}} right Citazioni su '''risata e pianto'''. *Chi mi vuol bene mi lascia piangendo, e chi vuol male mi lascia...")
 
m
 
*Chi mi vuol bene mi lascia piangendo, e chi vuol male mi lascia ridendo. ([[Proverbi toscani|proverbio toscano]])
*''Chi te vo bene te fa ciangere, chi te vo male te fa ridere.''<ref>«Chi ti vuol bene ti fa piangere, chi ti vuol male ti fa ridere.»</ref> ([[Proverbi calabresi|proverbio calabrese]])
:Chi ti vuol bene ti fa piangere, chi ti vuol male ti fa ridere.
*Il pianto dell'erede è un riso mascherato. ([[Publilio Siro]])
*L'uomo, mio caro, è un paradosso. Una creatura assai bizzarra. Ride quando c'è da piangere, piange quando gli converrebbe ridere; vive senza cervello e muore senza voglia. ([[Amos Oz]])
*Sembra che la reazione del riso sia derivata da quella del pianto nel modo seguente: come ho già detto prima, il pianto esiste fin dalla nascita mentre il riso non appare fino al terzo o al quarto mese. Il suo arrivo coincide con la capacità di riconoscere i genitori. ([[Desmond Morris]])
*''Tal saravvi che dolente | Sempre in atto di morire, | Sempre muto e penitente | Avveleni il tuo gioire. | Norma e legge io prenderò | Dallo stato del tuo viso, | E fedele alternerò | Teco il pianto e teco il riso.'' ([[Vincenzo Monti]])
 
==Note==
<references />
 
==Voci correlate==