Differenze tra le versioni di "Concita De Gregorio"

nessun oggetto della modifica
(Frase di rito)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
*Le persone più interessanti sono le donne con molto passato e gli uomini con molto futuro. (da ''Così è la vita. Imparare a dirsi addio'', Einaudi, 2011, p. 91)
*Sono sicura che le persone che ci hanno lasciato siano nelle cose che ci hanno insegnato, nei loro pensieri da finire di pensare, nei gesti che ripetiamo ogni giorno quando prepariamo il pranzo e curiamo i fiori, nella capacità di dire di no quando serve e di restare integri anche in loro nome. (da ''Così è la vita. Imparare a dirsi addio'', Einaudi, 2011, p. 106)
*Il dolore da solo non uccide e io sono viva. Dunque devo vivere, perché finché ci sono ci sarà il ricordo di chi non è più con noi. [...] Come potremmo vivere senza placare la memoria, che non vuol dire arrendersi, o dimenticare, ma lasciare che il caldo si raffreddi, che il bagnato si asciughi, che ogni cosa si trasformi e nasca un inizio da una fine. [...] C'è bisogno di essere felici per tenere testa a questo dolore inconcepibile. C'è bisogno di paura per avere coraggio. È l'assenza la vera misura della presenza. Il calibro del suo valore e del suo potere. (da ''Mi sa che fuori è primavera'', 2015, p.14)
 
==Altri progetti==
2

contributi