Elogio: differenze tra le versioni

117 byte aggiunti ,  6 anni fa
+1
(+1)
(+1)
*Elogio (''s.m.''). Apprezzamento riservato a chi gode i vantaggi di essere ricco e potente, o il privilegio di essere morto. ([[Ambrose Bierce]])
*L'adulazione mercenaria di parecchi letterati ha fatto brutto servizio agli elogi. Per essa queste forme oratorie, destinate ad onorare la sapienza, l'amor della patria e tutte le altre virtù civili, sono oggimai cadute in discredito presso molti. Quante volte la parola «elogio» sveglia in capo a chi l'ascolta un'idea a cui di necessitá tengono compagnia altre idee schifosissime! ([[Giovanni Berchet]])
*Quanto male è nato dal pregiudizio che il [[biasimo]] sia intelligente e l'elogio stupido. ([[Gesualdo Bufalino]])
*Rifiutare un elogio è come desiderare di essere elogiato due volte. ([[François de La Rochefoucauld]])
*Un giudizio negativo vi soddisfa ancora più di un elogio, a patto che vi si senta la gelosia. ([[Jean Baudrillard]])