Differenze tra le versioni di "Mafia"

155 byte aggiunti ,  4 anni fa
nessun oggetto della modifica
*Abbiamo descritto la <small>MAFIA</small>, che una persona d'ingegno, profonda conoscitrice dell'Isola ci definiva nel modo seguente: «''La Mafia è un sentimento medioevale; Mafioso è colui che crede di poter provvedere alla tutela e alla incolumità della sua persona e dei suoi averi mercé il suo valore e la sua influenza personale indipendentemente dall'azione dell'autorità e delle leggi''». ([[Leopoldo Franchetti]])
*Abbiamo oggi una mafia più civile e una [[società]] più mafiosa. Una mafia sempre più in giacca e cravatta e una società che cambiandosi abito troppe volte al giorno sceglie il travestimento. Insomma, abbiamo interi pezzi di società che hanno ormai introiettato i modelli comportamentali dei mafiosi. E lo si vede in tutti i campi. ([[Antonio Ingroia]])
*Chiunque pensi di combattere la mafia nel "pascolo palermitano" e non nel resto d'Italia, non farebbe che perdere tempo. ([[Carlo Alberto dalla Chiesa]])
*È proprio per questo che voglio evidenziare come oggi la politica si renda serva della mafia in cambio di beni non patrimoniali. Prendiamo, ad esempio, il politico che allontana un carabiniere o un poliziotto, qualcuno che fa il suo dovere ed indaga sulla mafia: questa intercessione non ha un corrispettivo economico, ma in realtà al mafioso è molto utile. ([[Luigi Gaetti]])
*Gli attacchi alla [[magistratura]] sono molto dannosi e favoriscono la mafia. ([[David Lane]])
Utente anonimo