Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 3 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
*L'[[umorismo]] è lo [[zucchero]] della vita. Ma quanta saccarina in commercio!<ref>Citato in [[Dino Provenzal]], ''Dizionario umoristico'', Ulrico Hoepli, Milano, 1935.</ref>
*''La lumachella de la Vanagloria | ch'era strisciata sopra un obelisco, | guardò la bava e disse: Già capisco | che lascerò un'impronta ne la Storia''.<ref>Citato in Luciani 1979, p. 15.</ref>
*''Quann'ero ragazzino, | mamma mia me diceva: | Ricordati, fijolo, | quanno te senti veramente solo | tu prova a recità n'Ave [[Ave Maria]]''.<ref>Da ''La solitudine''.</ref>
*''Quanno che senti di' "[[cleptomania]]" | è segno ch'è un signore ch'ha rubato: | er ladro ricco è sempre un ammalato | e er furto che commette è una pazzia. | Ma se domani è un povero affamato | che rubba una pagnotta e scappa via | pe' lui nun c'è nessuna malatia | che j'impedisca d'esse condannato.''<ref>Da ''L'ingiustizie der monno''.</ref>
*{{NDR|Riferito alla visita di [[Adolf Hitler|Hitler]] in Italia nel 1938}} ''Roma de travertino, | rifatta de cartone, | saluta l'imbianchino, | suo prossimo padrone''.<ref>Citato in [[Antonio Spinosa]], ''Il potere, il destino e la gloria'', Mondadori, 2010, [http://books.google.it/books?id=glD9G9QyeeoC&pg=PT325#v=onepage&q&f=false pag.]</ref>
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons=Category:Trilussa}}
 
[[Categoria:Poeti italiani]]
[[Categoria:Favolisti italiani]]
[[Categoria:Poeti italiani]]