Differenze tra le versioni di "Divorzio all'italiana"

+immagine, terminato
(+3, amplio)
(+immagine, terminato)
*I termini della questione erano addirittura matematici. "Stato d'ira" uguale "flagranza" più "onore offeso". Era chiaro perciò che venendo a mancare la flagranza, era necessario calcare la mano sull'onore offeso affinché lo "stato d'ira" raggiungesse il grado d'intensità richiesto dalla legge. ('''Ferdinando''') {{NDR|voce fuoricampo}}
*Se quest'uomo avesse sorpreso la moglie in flagrante adulterio, ebbene sì signori della corte, forse allora egli avrebbe ucciso, ma dopo no. A freddo no. Egli... egli non poteva inseguire gli adulteri, caricarsi d'odio, prendere un treno e partire. No, signori della corte. Egli... egli giacque lì in un ovattato deliquio che gli ottundeva sensi e pensieri.<ref name=arringimm/> ('''Avvocato De Marzi''') {{NDR|voce fuoricampo}}
[[File:Ispica Divorzio all'italiana 3.JPG|thumb|upright=1.5|Fotogramma del film che mostra un scorcio di [[Ispica]], che nel film diventa la fittizia città di Agramonte]]
*Intanto in città quella piccola macchia d'olio cominciava ad allargarsi: se ne dicevano di tutti i colori. Ma in definitiva l'essenza di tutte quelle chiacchiere poteva riassumersi in una parola sola: cornuto. ('''Ferdinando''') {{NDR|voce fuoricampo}}
*E così vediamo i tristi risultati di certi spettacoli, inique mistificazioni dall'arte, che ostentano ed esaltano il peccato, il vizio, il malcostume! ('''Parroco''')